10 ott. 2016 | Aperditad’occhio 2016-17 – XXXVI Rassegna di Teatro Ragazzi di Ancona

La XXXVI Rassegna di Teatro Ragazzi APERDITAD’OCCHIO 2016 17 curata da MARCHE TEATRO/Teatro del Canguro propone 18 differenti titoli per un totale di 58 recite tra compagnie ospiti e produzioni, suddivise tra spettacoli nei fine settimana aperti alle famiglie e mattinate riservate alle scuole.

Il teatro per ragazzi ad Ancona riparte sabato 15 ottobre alle ore 18.00 con il nuovo spettacolo prodotto da Marche Teatro/Teatro del Canguro dal titolo “C’erano una volta” che sarà rappresentato nei giorni di sabato e nelle domeniche al Teatrino del Piano. Lo spettacolo anticipa tutta l’attività che fino alla prima settimana di aprile 2017 darà la possibilità ai bambini-ragazzi di andare a teatro con i propri genitori per quasi tutti i fine settimana.

Oltre al Teatrino del Piano, che ospiterà gli spettacoli prodotti, ci saranno anche quattro domeniche pomeriggio al Teatro Sperimentale con spettacoli delle Compagnie ospiti, scelte tra le migliori del panorama italiano specializzate nel teatro dedicato ai più piccoli, spettacoli che saranno poi riproposti in mattinata insieme agli altri titoli riservati alle scuole.

All’interno della rassegna è possibile riconoscere due filoni tematici. Da un lato ci sono spettacoli che, partendo dai più tradizionali riferimenti letterari dedicati all’infanzia, ne utilizzano la trama favolistica per giocare sui ritmi del racconto, sulla reinterpretazione scenica e scenografica come ad esempio ne “I brutti anatroccoli” della Compagnia Stilema di Torino o in “Jack e il fagiolo magico” di  Accademia Perduta Romagna Teatro; dall’altro ci sono spettacoli che affrontano argomenti più legati alla quotidianità, all’esperienza e alle problematiche del mondo infantile e adolescenziale come ad esempio “Non sono stato io” di Sipario Toscana e “Non rompere le scatole” della compagnia Onda Teatro.

Esiste comunque un filo conduttore che unisce tutti gli appuntamenti, che è quello dell’originalità del “raccontare” e l’utilizzo particolarmente creativo dei linguaggi usati, caratteristica peculiare di tutto il movimento del teatro per ragazzi italiano.

Come di consueto, accanto agli spettacoli, nello stesso periodo della rassegna, ci saranno anche alcune attività all’interno delle scuole, attraverso cui gli stessi alunni potranno sperimentare il teatro in prima persona, grazie al progetto “Teatro educazione” patrocinato dall’Assessorato ai Servizi Educativi e Scolastici e coordinato dal Teatro del Canguro/Marche Teatro. Contestualmente presso il Teatrino del Piano saranno organizzati laboratori teatrali per i più piccoli e per i ragazzi preadolescenti, volendo così ribadire quell’attenzione al territorio che proprio dalla nascita di Marche Teatro ha avuto un programmatico ed ulteriore impulso.