L’ORA DEL ROSARIO

Rosario Fiorello torna sul palco, in una dimensione teatrale, con un nuovo spettacolo che, come lui stesso ha dichiarato, sarà analogico, fatto di puro intrattenimento.

Protagonista al Teatro delle Muse il 29, 30 e 31 ottobre (ore 21), tra aneddoti, racconti e gag in perfetto stile Fiorello, lo showman darà ampio spazio anche alle consuete improvvisazioni. Non mancheranno musica, gag, inediti e duetti di grande spessore con Artisti del calibro di Mina e Tony Renis il quale, in “collegamento” da Las Vegas, regala allo showman una versione molto particolare della celebre «Quando Quando Quando».

Ad accompagnarlo, sul palco, la band diretta da Enrico Cremonesi ed il trio vocale «I Gemelli di Guidonia» lanciato a «Fuori Programma» su Radio Uno.

Lo spettacolo di Rosario Fiorello è scritto con Francesco Bozzi, Claudio Fois, Piero Guerrera, Pierluigi Montebelli e Federico Taddia. La regia è di Giampiero Solari.

prezzi biglietti
platea intero € 55
prima galleria intero € 45
seconda galleria € 35
terza galleria € 25
palchi di II ordine € 45
palchi di III ordine € 35

27 lug. 2015 | Al Teatro delle Muse di Ancona arriva Fiorello con il nuovo spettacolo “L’ora del rosario”

Prevendita da mercoledi 29 luglio

Prelazione sui biglietti per i possessori di MARCHE TEATRO Card

 Arriva a Ancona «L’Ora del Rosario», il nuovo atteso spettacolo di Rosario Fiorello in scena al Teatro delle Muse il 29, 30 e 31 ottobre 2015.

Lo spettacolo è in cartellone alla Muse come fuori abbonamento alla Stagione Teatrale di Ancona e da mercoledì 29 luglio si apre la prevendita.

I possessori di MARCHE TEATRO Card possono acquistare i biglietti per lo spettacolo, in prelazione.

Rosario Fiorello torna sul palco, in una dimensione teatrale, con un nuovo spettacolo che, come lui stesso ha dichiarato, sarà analogico, fatto di puro intrattenimento.

Protagonista al Teatro delle Muse il 29, 30 e 31 ottobre (ore 21), tra aneddoti, racconti e gag in perfetto stile Fiorello, lo showman darà ampio spazio anche alle consuete improvvisazioni. Non mancheranno musica, gag, inediti e duetti di grande spessore con Artisti del calibro di Mina e Tony Renis il quale, in “collegamento” da Las Vegas, regala allo showman una versione molto particolare della celebre «Quando Quando Quando».

Ad accompagnarlo, sul palco, la band diretta da Enrico Cremonesi ed il trio vocale «I Gemelli di Guidonia» lanciato a «Fuori Programma» su Radio Uno.

Lo spettacolo di Rosario Fiorello è scritto con Francesco Bozzi, Claudio Fois, Piero Guerrera, Pierluigi Montebelli e Federico Taddia. La regia è di Giampiero Solari.

La prevendita si apre mercoledì 29 luglio. I possessori della Marche Teatro Card hanno la prelazione per l’acquisto dei biglietti dal 29 luglio al 1 settembre (i posti in prelazione sono limitati).

I prezzi dei biglietti sono: platea € 55,00 – prima galleria € 45,00 – seconda galleria € 35,00 – terza galleria € 25,00 – II ordine palchi € 45,00 – III ordine palchi € 35,00.

Info biglietteria Teatro delle Muse 071 52525 biglietteria@teatrodellemuse.org, orari: da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 13.30 e il giovedì e venerdì anche di pomeriggio dalle 16.30 alle 19.30. (La biglietteria delle Muse sarà chiusa da sabato 8 agosto a domenica 23 agosto).

Biglietti in vendita anche nei punti vendita abituali www.ticketone.it e www.geticket.it

20 lug. 2015 | Le emozioni di Inteatro 15 – klp

2015.07.20 Le emozioni di Inteatro 15 - klp

5 lug. 2015 | Chiude la 37^ edizione di Inteatro Festival

5.000 SPETTATORI
PER UN’EDIZIONE DA RECORD

Una comunità di artisti e spettatori capace di condividere sguardi, idee, prospettive seguendo il ritmo delle emozioni e del cuore, ha scritto il direttore di Marche Teatro Velia Papa nell’introduzione al Festival nel libretto di sala, e così è stato. Il 2015 è stato l’anno del rilancio.

10 giorni di festival, 2 sedi, 200 artisti da 3 continenti, 37 compagnie, poi ancora operatori stranieri e meeting internazionali.

12 le prime nazionali, 4 produzioni di Marche Teatro, 3 residenze, 2 laboratori e 7 progetti. Questi alcuni dei numeri di INTEATRO Festival 2015 che in questa 37° edizione, ha registrato un ottimo successo di pubblico registrando circa 5.000 spettatori.

19 le location utilizzate tra Ancona e Polverigi dal Teatro delle Muse alla Mole nei diversi spazi e zone, dallo Sperimentale alle piazze cittadine a tutti gli spazi di Polverigi da Villa Nappi al Teatro della Luna.

Ma il festival è cominciato già due mesi prima con le residenze a Villa Nappi degli artisti che hanno poi debuttato (Chiara Frigo, Antonio Montanile, Effetto Larsen), le produzioni (Alessandro Sciarroni con Turning e Joseph, Chimèra 7 8 chili e Glen Caci KK I’m a Kommunist Kid, Teatro della Biosphera-EnerigaUtopia e biosphera d’acqua), i laboratori (Collettivo PirateJenny e il Laboratorio  per il successivo flash-mob condotto da Afshin Varjavandi e INC Innprogress).

Gli spettacoli sono stati affiancati da diversi Progetti dedicati all’internazionalizzazione con il Meeting Internazionale tenutosi per due giorni a Polverigi dedicato agli operatori dei paesi Balcanici e all’incontro con gli artisti protagonisti al festival (nell’ambito del progetto di Svim e DCE sulla Macroregione Adriatico Ionica), alle giovani generazioni come GAME3, agli artisti anche provenienti dalle arti visive con NOVA INSULA e PAC4, alla scrittura con Atelier Festival.

3 le coreografe donne di fama internazionale per altrettanti spettacoli arrivati da Seoul (Ahn Aesoon), Berlino (Constanza Macras), Kinsasha (Ula Sickle), un focus danza a Polverigi con presenti 14 tra i migliori coreografi e performer italiani trentenni, tante le collaborazioni attivate anche sul territorio per animare le due settimane di festival in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura di Ancona (Luna Dance Teather,  Hexperimenta, INC Innprogress, dj set).

È stata l’edizione del rilancio, per la prima volta ad Ancona, e non solo a Polverigi, Inteatro Festival è un perfetto palcoscenico per coinvolgere il pubblico in rappresentazioni straordinarie – ha dichiarato il presidente di Marche Teatro Gabriella Nicolini – .

Velia Papa direttore di Marche Teatro e anima del Festival ha sottolineato – un successo che ci incoraggia a mantenere aperta questa finestra sul mondo -.

Inteatro Festival 2015 è stato curato da MARCHE TEATRO Teatro di Rilevante interesse Culturale, con il sostegno di Comune di Ancona, Comune di Polverigi, Regione Marche, Distretto Culturale Evoluto, Svim, Camera di Commercio di Ancona, Ministero per i Beni Le Attività Culturali e il Turismo. Sponsor della manifestazione: Angelini spa, Carige, CNA di Ancona Vuesse, Conero Car. Per il progetto del Teatro della Biosphera: Multiservizi, Prometeo estra. L’attività di Inteatro Festival 2015 rientra tra le manifestazioni di MarcheExpo2015 ed è inserita con Teatro della Biosphera (19 giugno / 13 luglio) ad Ancona e il Meeting Internazionale per la creazione di una rete di cooperazione culturale nell’area della macroregione Adriatico-Ionica che si tiene a Polverigi (25 e 26 giugno) nel progetto di “Presidio Diffuso” recentemente varato dalla Camera di Commercio di Ancona.

4 lug. 2015 | Inteatro Festival chiude alla Mole Vanvitelliana

IN PRIMA NAZIONALE
LE FRONTIERE SFUOCATE TRA L’OCCIDENTE E L’AFRICA
DI
KINSASHA ELECTRIC
DELLA COREOGRAFA CANADESE/BELGA ULA SICKLE
ALLA CORTE DELLA MOLE
La giornata prevede
BIOSPHERA D’ACQUA ore 18.30 (sala mostre)
NOVA INSULA ore 19.30 e 20.30 (sala mostre)
SETTA AZIONE ORATORIA DI CLAUDIA CASTELLUCCI ore 23.00 (canalone della mole)
DJ SET DI BABA ELECTRONICA (Ula Sickle) ore 23.30 (lazzabaretto)

Sabato 4 luglio INTEATRO Festival chiude alla Corte della Mole Vanvitelliana con la prima italiana di Ula Sickle, Kinshasa Electric. Nell’atmosfera dei nightclub di Kinshasa tre danzatori e una dj esplorano le danze più popolari del momento, liberando sul palcoscenico tutta la loro energia. La coreografa Ula Sickle indaga le connessioni e gli scambi possibili in un contesto globalizzato, siano questi di ordine culturale che commerciale. Partendo da un approccio formale e coreografico, in Kinshasa Electric osserva e evidenzia le frontiere sfuocate tra l’Occidente e l’Africa, tra la cultura popolare e la cultura colta, tra l’arte e il commercio, l’autenticità e l’opportunismo. I danzatori e una dj sul palco ci raccontano dei loro desideri, delle loro delusioni, ma anche del loro presente e della loro visione del futuro. Le loro voci individuali scrivono una storia collettiva attraverso i movimenti che provengono dalla loro cultura. “Perché continuiamo a danzare mentre la società intorno a noi continua a tessere una ragnatela che ci imprigiona?” Ula Sickle mette in discussione le nostre certezze postcoloniali e le nostre idee precostituite sull’arte proponendoci un generoso processo di scambio culturale.

Ula Sickle, canadese di origine lavora attualmente in Belgio. Il suo approccio coreografico include spesso altre discipline fino ad esplorare linguaggi multimediali e delle arti visive. Negli ultimi anni la coreografa si è avvicinata al mondo dei nightclub di Kinshasa affascinata dai nuovi stili di danza che nascono e si diffondono nelle periferie urbane che si basano sull’intreccio di diverse identità lontane dalla cultura e dalla tradizione della danza occidentale.

Lo spettacolo KINSHASA ELECTRIC ideazione_regia Ula Sickle, creazione_performance_stile Popaul Amisi, Daniela Bershan, Jeannot Kumbonyeki Deba, Joel Makabi Tenda, musica & live sound Baba Electronica (Daniela Bershan), scenografia Ula Sickle, Daniela Bershan, disegno luci Ula Sickle, Gwen Laroche, drammaturgia Sébastien Hendrickx, tecnico Gwen Laroche, produzione esecutiva Caravan Production (Brussel), assistente di produzione Kinshasa Dada Kahindo Siku, co-produzione Kunstenfestivaldesarts, KVS (Brussel), Noorderzon Performing Arts, Festival (Groningen), SPRING Performing Arts Festival (Utrecht), NXTSTP & DÉPARTS met de steun van het Cultuur Programma van de Europese Unie / with the support of the Culture Programme of the European Union, con il sostegno di Vlaamse Regering – Internationale projecten, de Vlaamse , Gemeenschapscommissie van het Brussels Hoofdstedelijk Gewest / , the Flemish authorities, International Projects, the Flemish Community Commission  of the Brussels Capital Region

Dopo lo spettacolo alle ore 23.30 dj Baba Electronica (Ula Sickle) terrà un dj set al Lazzabaretto (Mole Vanvitelliana).

Il 4 luglio alle ore 23.00 sempre alla Mole Vanvitelliana Claudia Castellucci presenta il suo nuovo libro per quadri Setta. Un’intensa azione oratoria dove Claudia Castellucci presenta il testo, in cui “le indicazioni che vi sono contenute non chiedono di essere meditate, bensì praticate”. Per la presentazione del suo ultimo libro “Setta. Scuola di tecnica drammatica”, Claudia Castellucci allestisce una cornice davanti alla quale spiega i contenuti del suo scritto.  La cornice include diversi quadri didascalici riferiti a Setta: tele e cartoni dipinti in catrame dall’artista stessa che fanno da sfondo alla breve azione oratoria. Il libro tratta di esercizi drammatici e la sua presentazione è in linea con il principio pratico che lo caratterizza. In una parete saranno pure presenti le Lettere Generose, cartoni dipinti che raffigurano le otto lettere palindrome dell’alfabeto latino, che si possono leggere in tutti i sensi, a testimonianza della loro particolare disposizione alla combinazione e disponibilità a formare e a ricevere significati aleatori. Setta presentazione di un libro in forma di quadri, azione oratoria di Claudia Castellucci, produzione Socìetas Raffaello Sanzio.

Claudia Castellucci ha composto testi drammatici e teorici, oltre che essere stata interprete in molti spettacoli della Socìetas Raffaello Sanzio, attraversando e forzando diversi sistemi di rappresentazione, e ha creato diverse scuole drammatiche e ritmiche unendo alla ginnastica una pratica filosofica. Claudia Castellucci è protagonista di un personale percorso di ricerca che, dopo un’esperienza trentennale, è sfociato nella composizione di Setta. Scuola di tecnica drammatica, (Quodlibet 2015) libro/manuale che presenta 59 giornate di esercizi, e indici utili a riformulare le giornate.

Alla Mole Vanvitelliana (sala Mostre) prosegue il Teatro della Biosphera a cura di Adriana Zamboni e Lucio Diana che fino al 13 luglio è Biosphera d’acqua per 30 spettatori alla volta. In Biosphera d’acqua recitano Adriana Zamboni e Natascia Zanni. Spettacolo adatto anche ai bambini dai 6 anni in su.

Alla Mole Vanvitelliana ultime repliche di Nova Insula di Mapped Productions alle ore 19.30 / 20.30), una decostruzione cinematico-teatrale de La Tempesta di Shakespeare, ideata appositamente per gli spazi della Mole Vanvitelliana e realizzata attraverso l’uso di strumenti multimediali e installazioni interattive. Mapped Productions guida il pubblico dietro il velo della magia, nel mondo degli spiriti guidati da Prospero – dove l’illusione viene svelata nella sua vera natura. Mapped Productions è un collettivo di artisti emergenti di differenti nazionalità, nato nell’ambito del Master “Performance Design and Practice” del Central Saint Martins College of Art & Design di Londra.

Il 4 luglio prosegue anche la sezione Interventi in città, la danza invade gli spazi cittadini con due compagnie storiche di Ancona: la Luna Dance Theater e Hexperimenta in collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Ancona.

Sabato 4 luglio in Piazza del Papa alle ore 19.30 Luna Dance Theater presenta Schizzi coreografie di Giorgia Maddamma. Giorgia Maddamma, trainer del Tanztheater Wuppertal, Pina Bausch, insegnante e coreografa per la Folkwang Universität der Künste di Essen, coreografa Luna Dance Theater per un’indagine creativa attorno all’elemento “acqua” e alle ore 23.30 sempre Luna Dance Theater propone La parete bianca coreografie di Simona Ficosecco. Esito di un percorso collettivo che i danzatori hanno intrapreso per un viaggio alla radice della “violenza”, quella subita e quella generata, una dimensione in cui la relazione con l’altro è rivelatrice di aspetti oscuri della nostra natura.

In Via XXIX Settembre dalle ore 19.00 alle 23.00 CORPI​ mostra fotografica sulla danza urbana a cura di Hexperimenta. Fotografi locali hanno cercato la danza nelle città e ce la raccontano nei loro scatti.

Inteatro Festival 2015 è curato da MARCHE TEATRO Teatro di Rilevante interesse Culturale, diretto da Velia Papa, con il sostegno di Comune di Ancona, Comune di Polverigi, Regione Marche, Distretto Culturale Evoluto, Svim, Camera di Commercio di Ancona, Ministero per i Beni Le Attività Culturali e il Turismo. Sponsor della manifestazione: Angelini spa, Carige, CNA di Ancona Vuesse, Conero Car. Per il progetto del Teatro della Biosphera: Multiservizi, Prometeo estra. L’attività di Inteatro Festival 2015 rientra tra le manifestazioni di MarcheExpo2015 ed è inserita con Teatro della Biosphera (19 giugno / 13 luglio) ad Ancona e il Meeting Internazionale per la creazione di una rete di cooperazione culturale nell’area della macroregione Adriatico-Ionica che si tiene a Polverigi (25 e 26 giugno) nel progetto di “Presidio Diffuso” recentemente varato dalla Camera di Commercio di Ancona.

Informazioni e prenotazioni: 07152525 biglietteria@teatrodellemuse.org
Per i gruppi e le scuole di danza contattare 071 20784222
info@marcheteatro.it  biglietti on line www.geticket.it