24 ago. 2017 | FOCUS YOUNG ARAB CHOREOGRAPHERS Italy 2017

Marche Teatro / InteatroFestival
partecipa al network a sostegno del dialogo interculturale con 11 festival/partner italiani

IL PROGETTO FA TAPPA AD ANCONA
GIOVEDI 31 AGOSTO ALLA MOLE VANVITELLIANA
CON I SOLI DEI DANZATORI
HAMDI DRIDI E BASSAM ABOU DIAB (ore 21)

L’appuntamento è dentro il programma di Oltremole del Comune di Ancona
Nella stessa serata è previsto un terzo appuntamento con il danzatore Daphnis Kokkinos (ore 22.15)

Marche Teatro/InteatroFestival è parte del progetto Focus Young Arab Choreographers  con altri dieci Enti e Festival italiani.

Un grande laboratorio sul mondo alla ricerca di nuove visioni di futuro.  Un progetto nato con l’obiettivo di facilitare la mobilità, il dialogo interculturale e lo scambio di pratiche performative tra gli artisti arabi e le realtà del territorio italiano, realizzando momenti di incontro, sessioni di lavoro e serate di spettacolo: questo è FOCUS YOUNG ARAB CHOREOGRAPHERS che sta attraversando quest’anno la nostra penisola fino a ottobre 2017, coinvolgendo ben 11 strutture da anni impegnate nel dare pensiero e visibilità alle molteplici pratiche e poetiche della danza contemporanea. Selezionati all’interno della BIPOD/Beirut international platform of dance, in collaborazione con la Maqamat Dance Theatre di Beirut, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MIBACT) e il Ministero degli Affari Esteri (MAE), sei giovani coreografi, tutti provenienti da paesi del bacino del Mediterraneo, sperimenteranno i propri lavori di ricerca attraverso performance, masterclass ed incontri di approfondimento in un tour che spazierà da Torino a Matera, all’interno di spazi e contesti molto diversi tra di loro.

Marche Teatro / InteatroFestival propone giovedì 31 agosto dalle ore 21.00 alla Mole Vanvitelliana di Ancona – Sala espositiva Museo Omero –  i soli dei danzatori Hamdi Dridi (Tunisia) e Bassam Abou Diab (Libano).

Un appuntamento che segna un altro momento di dialogo interculturale dedicato alle pratiche coreografiche di artisti di nazionalità diverse, come è solito proporre Marche Teatro/InteatroFestival.

Uno scambio orizzontale di informazioni e approcci al corpo per generare un’espansione degli orizzonti artistici di ciascun coreografo; un momento in cui la diversità culturale diviene elemento seminale per intrecciare percorsi e traiettorie, per porsi delle questioni sul movimento e la percezione della danza.

La prima performance proposta è TU MEUR(S) DE TERRE di Hamdi Dridi, un duetto sinfonico in cui il dolore della malattia si trasforma in una poesia incantata; una danza fisica dei ricordi che ricostruisce la figura del padre imbianchino nel suo luogo di lavoro, un duetto sinfonico in cui il dolore della malattia si trasforma in una poesia incantata. (durata 30’)

A seguire UNDER THE FLESH di Bassam Abou Diab: spettacolo ironico sulla guerra da chi l’ha vissuta ed è stato obbligato, nella devastazione di corpo e spirito, ad utilizzare un enorme numero di strategie per sopravvivere. (durata 12’)

Gli appuntamenti di FOCUS YOUNG ARAB CHOREOGRAPHERS sono proposti all’interno della rassegna OLTREMOLE sette giorni di spettacoli sul mare e la serata di giovedì 31 agosto prosegue alle ore 22.15 alla Corte della Mole con un terzo appuntamento di danza contemporanea proposto da Marche Teatro e Conero Dance Festival & Camp con protagonista il danzatore greco Daphnis Kokkinos che propone “Addio addio amore, a piece for Pina”.

Biglietti:

Focus Young Arab Coreographers €5,00

Addio addio amore, a piece for Pina: €5,00

Biglietto per entrambi gli spettacoli €8

31 agosto 2017 ORE 21.00 – Mole Vanvitelliana (Museo Tattile Omero)

HAMDI DRIDI
TU MEUR(S) DE TERRE  | Focus Young Arab Choreographers

BASSAM ABOU DIAB
UNDER THE FLESH  | Focus Young Arab Choreographers

GLI ARTISTI 
Bassam Abou Diab è un giovane coreografo libanese. Ha collaborato per molti anni con Omar Rajeh / Maqamat. Nel 2010 e 2011 ha partecipato al programma di training intensivo di danza Takween, dove ha lavorato con coreografi come Marcel Leemann, Emilyn Claid, Thierry Smith, Luc Dunberry, Marco Cantalupo, Anani Dodji Sanouvi, Radhouane El Meddeb, Jens Bjerregard, Kristina De Chatelle, Damien Jalet and Franceso Scavetta. Bassam ha anche recitato in molte opere teatrali in Libano con registi quali Ossama Halal, Rouaida al Ghali, Badih Abou Chakra e Malek Andary.
Hamdi Dridi, danzatore tunisino, inizia la sua formazione a Tunisi presso la compagnia Sybel Ballet Théâtre sotto la direzione di Syhem Belkhodja. Prosegue i suoi studi con Maguy Marin nel 2010 e presso il CNDC di Angers nel 2013. Sensibile alla musicalità vocale, il testo narrato prende un posto di rilievo nella sua ricerca, attraverso la quale emerge il tentativo di controllare il corpo per sviluppare una qualità di resistenza fra il movimento e la scena. Oggi Dridi sta perfezionando il suo lavoro coreografico con un Master presso l’Institut Chorégraphique International ICI-CCN di Montpellier (2015-2017), continuando a esibirsi sulla scena francese, magrebina e in altri contesti internazionali.

IL PROGETTO

Focus Young Arab Choreographers nasce con l’obiettivo di facilitare la mobilità, il dialogo interculturale e lo scambio di pratiche performative tra gli artisti arabi e le realtà del territorio italiano, realizzando momenti di incontro, sessioni di lavoro e serate di spettacolo.
Tra maggio e ottobre 2017 il Focus programma all’interno dei diversi progetti artistici, festival, manifestazioni, residenze, delle undici strutture aderenti al network, sette giovani coreografi provenienti da paesi del bacino del Mediterraneo: Sharaf Dar Zaid (Palestina), Bassam Abou Diab (Libano), Hamdi Dridi (Tunisia), Mounir Saeed (Egitto), Charlie Prince (Libano), Jadd Tank (Libano), Guy Nader (Libano).
Ai giovani artisti, selezionati all’interno della BIPOD-Beirut International Platform of Dance, e in collaborazione con Maqamat Dance Theatre di Beirut, il MIBACT e il MAEC, viene offerta una tournée che attraversa l’Italia da Torino a Matera e la possibilità di sperimentare i propri spettacoli, condividere le proprie poetiche e approfondire all’interno di residenze artistiche la propria ricerca, incontrando pubblici, spazi e contesti molto diversi tra loro.
FOCUS YOUNG ARAB CHOREOGRAPHERS Italy 2017 è un evento sostenuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con:
ACS – Abruzzo Circuito Spettacolo (Festival Corpografie) – Pescara
Anghiari Dance Hub – Anghiari (AR)
Armunia (Festival Inequilibrio) – Castiglioncello (LI)
Associazione Basilicata 1799 (Città delle 100 scale Festival) – Potenza e Matera
Associazione Danza Urbana (Festival Danza Urbana) – Bologna
Associazione Culturale Mosaico Danza (Festival Interplay) – Torino
Associazione Culturale Il Triangolo Scaleno (Festival Teatri di Vetro) – Roma
C.L.A.P.Spettacolodalvivo (La Strada Festival Internazionale) – Brescia
Fondazione Fabbrica Europa per le Arti Contemporanee (Festival FabbricaEuropa) – Firenze
Inteatro Festival / MARCHE TEATRO – Ancona/Polverigi
La Mama Umbria International – Spoleto (PG)