22 set. 2017 | Marche Teatro lancia la Stagione di Danza e la Scena Contemporanea 2017-18

LA STAGIONE DI DANZA 2017 18
Sei serate per otto appuntamenti tra coreografi internazionali e le migliori formazioni italiane
L’apertura del cartellone sarà una giornata speciale tra cinema e danza

SCENA CONTEMPORANEA 2017 18
Quattro spettacoli di produzione con nuove creazioni e cavalli di battaglia
Apre le date una prima nazionale con un mese di repliche

Tra prime e produzioni sono 12 i titoli proposti da MARCHE TEATRO con i cartelloni di Danza e Scena Contemporanea 2017 18.

La Stagione di Danza propone da ottobre a marzo 6 serate per otto spettacoli, spaziando dalla danza contemporanea alla performance fino al balletto classico proponendo le migliori formazioni italiane da Collettivo Cinetico al Balletto di Toscana Junior, da Luca Silvestrini, e la sua Protein Company (italiano di origine ma residente da anni in Inghilterra) a Cristina Kristal Rizzo e aprendo con una serata speciale tutta dedicata al grande coreografo, nonché regista, Jiří Kylián a cavallo tra cinema e danza ospitando anche creazioni di coreografi internazionali come Hofesh Shechter e Johan Inger.

Il cartellone di Scena Contemporanea parte a novembre e propone 4 produzioni di MARCHE TEATRO (per 26 repliche totali) dalla prima nazionale del nuovo progetto immersivo e sensoriale della compagnia inglese imitating the dog con il regista Pete Brooks con un mese di repliche al salone delle feste delle Muse, al pluripremiato Alessandro Sciarroni con la sua ultima creazione, il duo Musella Mazzarelli con un loro cavallo di battaglia e la satira tagliente di Mattia Torre e la lingua inventata di 456.

Si parte il 29 ottobre al Teatro delle Muse con una serata speciale, Celebrating Kylìan!
Celebrating Kylián!, dal titolo del Festival organizzato  da The Holland Dance Festival, Kylián Productions and Foundation e Nederlands Dans Theater per celebrare il 70° compleanno del grande coreografo-artista Jiří Kylián, arriva ad Ancona e si trasforma in una giornata dedicata al grande artista. Il 29 ottobre verranno proiettati al Ridotto del Teatro: Scalamare, in prima nazionale, ultimo corto di Kylián girato proprio ad Ancona nel 2016, e il lungometraggio Jirí Kylián, Forgotten Memories, opera biografica su Kylián diretta da Don Kent e Christian Dumais-Lvowski. È previsto a seguire un incontro con il coreografo. La serata prosegue poi in Sala Grande con una maratona di danza: il lavoro di Kylián, 14’20” insieme a Wolf di Hofesh ShechterRain Dogs di Johan Inger, in uno speciale appuntamento curato da Aterballetto. I tre spettacoli sono in prima ed in esclusiva regionale.

Il 24 novembre l’appuntamento è al Teatro delle Muse con Border Tales, di Luca Silvestrini e la sua straordinaria compagnia Protein che guarda alla realtà britannica post-Brexit attraverso gli occhi di un cast internazionale e multiculturale che, con ironia e sguardo satirico, affronta il pensiero stereotipato, insito nella collettività, del migrante-outsider in contrapposizione al cittadino-bigotto. Lo spettacolo è in prima ed esclusiva regionale.

Il 7 dicembre il cartellone prosegue al Teatro Sperimentale con Cristina Kristal Rizzo e il suo Prélude.
Un preludio è un’apertura verso qualcosa che deve ancora compiersi, nella terminologia musicale indica una composizione a sé stante che precede l’opera principale e viene elaborata su elementi improvvisativi, senza un vero inizio e una vera fine. Con Prélude, della coreografa Cristina Rizzo, ci si riappropria del tempo dell’inizio amplificando la possibilità e le potenzialità di un’azione emancipata dal proprio svolgersi. Lo spettacolo è co-prodotto da Marche Teatro/Inteatro Festival e presentato in prima regionale.

Durante le feste natalizie arriva la danza classica con Coppélia di Amedeo Amodio. Il balletto è in scena il 28 dicembre al Teatro delle Muse. Dopo il meraviglioso Schiaccianoci dello scorso anno Daniele Cipriani Entertainment nell’ambito del suo progetto pluriennale di ricostruzione e restauro dei grandi balletti del repertorio italiano, propone questa Coppélia con le scene di Luzzati e Antonucci. Uno spettacolo basato sulla storia archetipica della donna-bambola meccanica e del suo inventore-demiurgo, una grande creazione metateatrale che, partendo dal racconto di Hoffmann, si trasforma in una grande opera cinematografica. Lo spettacolo è fuori abbonamento. Lo spettacolo è in prima regionale.

Il 2018 si apre al Teatro delle Muse con il 28 gennaio con Bella Addormentata del Balletto di Toscana Junior. Attraverso una chiave di lettura calata nella realtà contemporanea, La Compagnia ci propone un’interpretazione originale di una delle più famose favole della letteratura mondiale. Lo spettacolo è una prima regionale.

Il cartellone di danza si chiude il 17 marzo al Teatro Sperimentale con Amleto di CollettivO CineticO. La performance è un meccanismo letale dove, tra ironia e tragedia, sfilano professionisti, dilettanti, malcapitati, straordinari danzatori, a contendersi il ruolo di protagonista dello spettacolo. Tra ironia e intrattenimento, saranno gli spettatori in sala ad eleggere il vincitore del titolo.

Un cartellone tutto dedicato a spettacoli prodotti da Marche Teatro, è quello proposto per Scena Contemporanea 2017 18.

Gli appuntamenti partono il 15 novembre con più di un mese di repliche del nuovo spettacolo di Pete Brooks, Storm from Paradise. La formazione artistica inglese imitating the dog torna ad Ancona dopo i successi di A farewell to arms e The train, per provare, debuttare e proporre uno spettacolo immersivo, al salone delle Feste delle Muse, per 20 spettatori alla volta. Lo spettacolo sarà in scena dal 15 novembre al 21 dicembre.

Un uomo e una donna stanno discutendo in una stanza, niente più di questo. Storm from Paradise, così come il precedente lavoro The Train, è un’esperienza di teatro sensoriale unica, creata dalla compagnia imitating the dog – una delle più innovative, interessanti e acclamate del panorama teatrale inglese – e Marche Teatro, con il contributo di Arts Council England. Il testo, scritto da Claire MacDonald è diretto da Pete Brooks, vanta le proiezioni e lo straordinario video design di Simon Wainwright.

Il 9 e 10 febbraio torna nelle Marche (sarà costruita una platea da 100 posti sul palcoscenico delle Muse), Alessandro Sciarroni, ormai star internazionale nell’ambito delle arti performative e alla sua settima produzione con Marche Teatro. L’artista propone la sua ultima creazione Chroma don’t be frightened of turning the page. Lo spettacolo si basa sul concetto di turning. Il termine inglese viene tradotto e rappresentato in scena in maniera letterale, attraverso l’azione del corpo che ruota intorno al proprio asse e che si sviluppa in un viaggio psicofisico emozionale, in una danza di durata, nella stessa maniera in cui turning significa anche evolvere, cambiare. In TURNING_migrant bodies version, Sciarroni torna ad eseguire in prima persona l’azione, allenandosi per diversi mesi nella pratica che consente al corpo di girare per un tempo indeterminato senza perdere l’equilibrio. La durata dell’azione e il graduale aumento del ritmo sono in grado di creare una sorta di legame ipnotico tra il performer e lo spettatore.

Il 13 aprile al Teatro Sperimentale arriva un cavallo di battaglia dello straordinario duo Musella Mazzarelli (vincitori del Premio Enriquez 2017 con Orphans e candidati al premio Rete Critica 2017 per Strategie Fatali), Figlidiunbruttodio, secondo lavoro della Compagnia, prodotta da Marche Teatro dal 2010. Il mondo corrotto della televisione e la difficile realtà di tutti i giorni si incontrano e scontrano ironicamente in scena, attraverso la voce di due coppie di protagonisti che sopravvivono e galleggiano, a loro modo, figli dello stesso brutto Dio.

Il cartellone si chiude il 22 aprile con uno spettacolo di culto, in tounée da diverse stagioni in tutta Italia, 456, scritto e diretto da Mattia Torre, tra gli interpreti: Massimo De Lorenzo e Carlo De Ruggieri (che molti ricorderanno nella serie Boris). 456 è la storia comica e violenta di una famiglia che, isolata e chiusa, vive in mezzo a una valle oltre la quale sente l’ignoto. Padre, madre e figlio sono ignoranti, diffidenti, nervosi, si accusano a vicenda, litigano, pregano e si odiano. E tuttavia occorre una tregua, perché sta arrivando un ospite atteso da tempo, che può e deve cambiare il loro futuro. Tutto è pronto, tutto è perfetto. Ma la tregua non durerà.

In questa Stagione è possibile abbonarsi a entrambi i cartelloni:
Stagione di Danza – 5 spettacoli di danza in abbonamento a €40 (uno spettacolo in più rispetto alla scorsa Stagione) con la possibilità di sconto sul biglietto del balletto Coppélia (fuori abbonamento).
6 e 7 ottobre: rinnovo abbonamenti DANZA
12 ottobre: nuovi abbonamenti e apertura vendita singoli biglietti DANZA.

Scena Contemporanea4 spettacoli in abbonamento a €40 (per la prima volta ci si può abbonare) con la possibilità di sconto sul biglietto dello spettacolo di Carrozzeria Orfeo “Cous Cous Klan” (nella sola data del14 febbraio) spettacolo, coprodotto da Marche Teatro, in cartellone all’interno del programma della Stagione Teatrale.
18 ottobre: nuovi abbonamenti e apertura vendita singoli biglietti SCENA CONTEMPORANEA.

Sui biglietti riduzioni per i possessori di Marche Teatro Card, Opera Card ed età (under 30 e over 65).
Per gruppi, scuole e scuole di danza info 071 20784222.
Info e biglietteria Teatro delle Muse 071 52525 biglietteria@teatrodellemuse.org – biglietti on line www.geticket.it