STORIE: QUANDO MIMMO ERA PICCOLO

spettacolo di teatro d’attore per bambini a partire dai cinque  anni
13-14 febbraio / 12-13 marzo 2016 | Teatrino del Piano

con Lino Terra

Marche Teatro / Teatro del Canguro

“Quando ero piccolo non avevo molti giocattoli come hanno oggi tutti i bambini, o quasi…”
Comincia così, da questo vero ricordo autobiografico, forse comune a tutti quelli d’ una certa generazione, il racconto giocoso e a volte surreale di questa storia. Si parla dei rapporti che i bambini hanno con i loro coetanei, dei loro giochi, dei loro bisticci, della loro voglia di stare assieme nonostante tutto, e soprattutto della loro grande fantasia che trasfigura persone, personaggi, luoghi e situazioni.
Una macchinina rossa, con luce intermittente e sirena incorporata, come quella della polizia, diventa il mezzo veloce e potente con il quale inizierà il racconto del protagonista attraverso un viaggio virtuale che prevede tappe realistiche d’ un tempo che fu ( il suo passato di bambino popolato ad esempio dalla tv dei ragazzi, con cartoni e documentari in bianco e nero ) ed altre tappe assolutamente fantastiche ed assurde frutto della più sfrenata immaginazione. C’è negli episodi narrati la leggerezza, l’incoscienza e quella voglia di divertimento tipici dell’infanzia, ma c’è anche la necessità di misurarsi con il mondo intorno per affrontare quella che spesso appare come la più difficile prova della vita: diventare davvero grandi!
“Quando hai così pochi giocattoli: se un tuo amico, al quale avevi prestato il tuo camioncino giallo, te lo restituisce irrimediabilmente rovinato, non è facile evitare il litigio. A volte però, così come accadde quella volta, da un litigio può nascere una grande amicizia, la più grande di tutta un’ infanzia!”

sabato ore 18 – domenica ore 17

STORIE: LA STORIA DI MIMMO E PICCOLO

sabato 20 e 27 febbraio, sabato 5 marzo, ore 18
Teatrino del Piano

Piccolo è un burattino molto…piccolo. La sua piccola storia è racchiusa all’interno di uno spazio che lo vede nascere e vivere e scoprire tutto quanto c’è da scoprire. Come in un quaderno dove i bambini disegnano le loro storie ed i loro personaggi, il mondo di Piccolo è tutto da inventare e da riempire, da colorare e da completare. La sua vita è un foglio di carta bianca e pulita dove tutto può accadere; è sufficiente disegnarvi il mare perché su quel mare Piccolo possa navigare e poi naufragare ed infine salvarsi su di una piccola isola che lo accoglierà bagnato ed impaurito. Con  Piccolo gioca un “grande”: Mimmo. Mimmo è un grande un po’ buono e un po’ cattivo, un po’ simpatico e un po’ no; un grande non si aspettava un compagno così…piccolo e che qualche volta non sa resistere alla tentazione di dimostrarsi più forte e più importante dell’altro. Tra i due si sviluppa così un rapporto continuo, ora pacifico e sereno, ora costruito su piccole ripicche e dispetti, a volte anche di rabbia, ma che si concluderà alla fine con una inevitabile collaborazione fra i due unici protagonisti e antagonisti della storia. Scenicamente lo spettacolo è costituito da uno spazio-teatrino dove Piccolo vive la sua storia e dove Mimmo gli disegna o gli porge semplici ed usuali oggetti che ambientano o modificano le sue vicende.

dai 3 anni

con Lino Terra, Nicoletta Briganti, Lorella Rinaldi/Natascia Zanni
regia di Lino Terra

posto unico  € 4,00
posti limitati-si consiglia la prenotazione allo 071 82805

Prevendita presso la biglietteria del Teatro delle Muse – tel. 071 52525
Orario biglietteria dal martedì al sabato ore 9.30-13.30 – giovedì e il venerdì anche il pomeriggio ore 16.30-19.30

  

L’ELEFANTE SMEMORATO E LA PAPERA FICCANASO

domenica 28 febbraio 2016, ore 17
Teatrino del Piano

Un vecchio elefante non riesce a dormire.

I brutti ricordi lo attanagliano.

Un giorno li soffia dentro alcuni palloncini rossi che volano via, lasciando l’elefante smemorato. Quand’ecco entrare, o meglio “ficcarsi”, nella sua vita una papera che lo tempesta di domande a cui non riesce a rispondere. Papera Teresina è determinata, gli suggerisce di fare una passeggiata per riprendere contatto con il mondo. Il grosso animale parte all’avventura e senza saperlo, andrà incontro a quanto già capitato e dimenticato. Sarà difficile per lui difendersi dai pericoli, tanto da finire in una gabbia allo zoo. Scoprirà così che i ricordi sono necessari, belli e brutti, e conservarli può tornare utile nel bisogno. Teresina, ormai amica inseparabile, ha l’idea giusta al momento giusto.

Quale sarà?

Certe cose si scoprono vivendo, altre sognando oppure andando a teatro.

3-8 anni

tratto da Elefanti bianchi, palloncini rossi di Christine Nöstlinger
di e con Daria Paoletta e Raffaele Scarimboli

Compagnia Burambò

biglietto  € 5,00 – ridotto € 4,50 (Marche Teatro card)

Prevendita presso la biglietteria del Teatro delle Muse – tel. 071 52525
Orario biglietteria dal martedì al sabato ore 9.30-13.30 – giovedì e il venerdì anche il pomeriggio ore 16.30-19.30

STORIE: LA STORIA DI LUIGINO

sabato 19 marzo ore 18
domenica 20 marzo ore 17
Teatrino del Piano

Luigino è un bambino che vive in un grande palazzo in città. Nel suo stesso palazzo vivono molti altri bambini che spesso scendono in cortile per giocare tutti assieme. Purtroppo Luigino, essendo il più piccolo, non sempre viene bene accolto dagli altri che, in più di un’occasione, si prendono gioco di lui e gli fanno scherzi non proprio simpatici. Da principio Luigino, pur sentendosi  escluso e deriso, cerca di insistere e  chiede ripetutamente di poter giocare, ma poi un bel giorno, esasperato e avvilito, compie un gesto  che nessuno si sarebbe mai aspettato: fugge di casa con l’intenzione di non tornarne mai più. Questa sua avventura “fuori del cortile” lo porterà a vivere una notte ricca di incontri non proprio fortunati attraverso  luoghi  surreali e alle prese con personaggi molto strani. Sarà costretto a fare affidamento su tutto il suo coraggio  per uscire da quella brutta situazione e ritrovare la strada di casa. Al suo ritorno però, assieme ai rimproveri dei suoi spaventati genitori,  lo aspetterà una piacevole sorpresa.

Lo spettacolo si avvale delle figure  e dei pupazzi caratteristici del Teatro del Canguro, animati a vista da due attrici-narratrici.

dai 3 anni

con Nicoletta Briganti, Lorella Rinaldi, Natascia Zanni
musiche di Luca Losacco
regia di Lino Terra

posto unico  € 4,00
posti limitati-si consiglia la prenotazione allo 071 82805

MACCHIE BIZZARRE

domenica 6 marzo 2016, ore 17
Teatrino del Piano

Spettacolo di musica e disegno dal vivo vede protagonisti Vito Baroncini e Andrea Basti. Una lavagna luminosa, colori, suoni e, come per magia, la grande parete bianca diventa un libro per raccontare storie ai bambini.

Le macchie bizzarre sono gocce di colore che nascono là dove finisce l’arcobaleno e si trasformano in stravaganti personaggi che vivono fantastiche avventure.
I bambini, accompagnati dalla musica e dai suoni dal vivo, aiuteranno l’ape curiosa e il leone afono, coccoleranno la balena insonne, seguiranno la lumaca vagabonda e la sinuosa sirena, in un divertente viaggio le cui uniche coordinate sono la fantasia e la creatività.

3-8 anni

con Vito Baroncini (disegni)
tecnico – rumorista Andrea Basti

Vito Baroncini

biglietto  € 5,00 – ridotto € 4,50 (Marche Teatro card)

Prevendita presso la biglietteria del Teatro delle Muse – tel. 071 52525
Orario biglietteria dal martedì al sabato ore 9.30-13.30 – giovedì e il venerdì anche il pomeriggio ore 16.30-19.30

STORIE: STORIE DI CASE

sabato 9 aprile ore 18
domenica 10 aprile ore 17
Teatrino del Piano

Quale sarà la mia casa, quale tra queste che mi è capitato di visitare?”
Sarà forse questa la domanda che si porrà il bambino protagonista della storia, avendo avuto la ventura di vedere alcune case con l’intento di trovarne una adatta e tutta per sé. All’interno di ogni casa avrà avuto l’occasione di incontrare chi la abita, personaggi in qualche caso buffi, in altri allegri o tristi, in altri ancora buoni o cattivi, giocosi o maligni. Ogni casa, attraverso il suo abitante e attraverso il suo aspetto (la dimensione, la forma, Il colore, ecc.) gli racconterà una sua storia. In questo andare di casa in casa il bambino imparerà sempre qualche cosa ed alla fine si ritroverà cambiato, cambiamento che tutti potranno osservare e riconoscere. E’ quello che capita a tutti, grandi e piccoli quando si intraprende un viaggio, quando si conoscono nuovi luoghi e nuove persone, quando in sostanza si ha l’occasione di diventare un po’ più grandi perché ad ogni passo che si fa nel mondo corrisponde una nuova piccola conquista.
“Quale sarà la mia casa, quale tra queste che mi è capitato di visitare?” Forse nessuna delle tante perché la casa giusta non esiste; la si deve inventare ed adattare al proprio carattere, alla propria fantasia e deve corrispondere ai propri desideri. A volte può anche capitare che, dopo avere tanto cercato, ci si accorge che da sempre era lì, ad un passo, ma purtroppo non si era stati in grado di riconoscerla.
La storia, viene raccontata da due attrici-animatrici che danno voce e movimento ad una serie di pupazzi e di figure animate di varie forme e dimensioni.

con Nicoletta Briganti e Natascia Zanni
musiche di Luca Losacco
regia di Lino Terra

3-8 anni

posto unico  € 4,00
posti limitati-si consiglia la prenotazione allo 071 82805

PAROLE DA VEDERE

11-17 aprile / 8-10 maggio ore 18.00 – Teatro delle Muse, Sala Clio

con Nicoletta Briganti, Lorella Rinaldi, Natascia Zanni
regia Lino Terra

Marche Teatro / Teatro del Canguro

per i più piccoli a partire dai 3 anni

Nel mondo della comunicazione e dell’immagine viene fatta ai piccoli spettatori una proposta diversa che appare oggi anche come una sfida e una scommessa: lasciare alle parole il compito di creare la rappresentazione di quanto viene letto e narrato. Si riscopre quell’aspetto importante del rapporto adulto- bambino, basato sul desiderio del grande di trasmettere ai più piccoli le storie che conosce e sul desiderio dei piccoli di ascoltare e conoscere. A chi ascolta è in parte lasciata la libertà di immaginarsi quello che le parole raccontano e avere così una propria originale interpretazione.
“Parole da vedere” è un miscuglio di piccole storie lette e narrate con l’ausilio di qualche oggetto e pupazzo; storie che traggono spunto dai tanti racconti per l’infanzia antichi e moderni, rivisti e reinventati per l’occasione.
I bambini incontreranno: elefantini ed altri animali parlanti, ridicoli mostri che non fanno paura, un lupo grande e un lupo piccolo, un omino e una donnina con tanti vestiti addosso che non riescono più a muoversi, e, tanto per rimanere in tema, parole in libertà che suscitano altre parole che a loro volta danno vita a ricordi, racconti e nuove storie.

BIGLIETTI

€ 3,00
vendita e prevendita: biglietteria del Teatro delle Muse
dal martedì al sabato ore 9,30 -13,30 / giovedì e venerdì anche ore 16,30 – 19,30
via della Loggia, 60121 Ancona
posti limitati – si consiglia la prenotazione 071 82805 – 392 9100921

 

TEATRO DA SCOPRIRE

18 aprile / 9 maggio, ore 18 | Teatro delle Muse, Sala Clio

con Nicoletta Briganti, Lorella Rinaldi, Natascia Zanni

Marche Teatro / Teatro del Canguro

per tutti a partire dai 6 anni

La proposta è quella di conoscere un po’ di più il Teatro delle Muse di Ancona senza dover ricorrere alla tradizionale visita guidata. La proposta infatti è quella di partire dai tanti racconti, dalle storie, dagli aneddoti, da tutto quello che, nel corso degli anni, ha caratterizzato la vita del principale teatro della città.
Ci sono episodi curiosi, eventi festosi, eventi drammatici, spesso in sintonia con gli avvenimenti della città, proprio perché il teatro è lo specchio di quello che accade al di fuori delle sue mura. Sono 187 anni che in quella che oggi si chiama piazza della repubblica si erge l’ imponente facciata delle Muse. Per tanto tempo (sessant’anni) quella facciata ha rappresentato l’unico elemento d’ un edificio svuotato delle sue strutture architettoniche interne e della sua attività. I bambini ed i ragazzi di oggi sono la prima generazione di Ancona a poter vantare il loro grande teatro riaperto e funzionante dal 2002. Ed è proprio per questo che può essere utile saperne un po’ di più anche perché al suo interno il teatro conserva la storia di tutti coloro i quali negli anni lo hanno frequentato e soprattutto di quelli che sul palco e negli altri spazi hanno lavorato.

BIGLIETTI

€ 3,00
vendita e prevendita: biglietteria del Teatro delle Muse
dal martedì al sabato ore 9,30 -13,30 / giovedì e venerdì anche ore 16,30 – 19,30
via della Loggia, 60121 Ancona
posti limitati – si consiglia la prenotazione 071 82805 – 392 9100921

teatro del canguro – incontro di fine laboratorio 2014

MARCHE TEATRO
TEATRO DEL CANGURO

INCONTRO DI FINE LABORATORIO

Giovedì 5 giugno ore 19,00 – Teatro delle Muse, Salone delle Feste

Ingresso libero

 

La compagnia del Centro “Papa Giovanni XXIII”

presenta:

A PARIGI?

con

Morena Baldi, Luca Gerini, Marco Galeazzi, Marco Sottiletti, Laura Moretti, Sonia Tagliaventi, Lamberto Monaco, Daniele Cantarini

coordinamento

Lino Terra

Natascia Zanni

Questo laboratorio,  dedicato agli utenti del centro diurno Papa Giovanni XXIII di Ancona , prosegue l’esperienza iniziata alcuni anni fa con un piccolo gruppo, in parte ancora presente nell’attuale esperienza.

Da sempre in questo contesto il teatro è stato utilizzato per aiutare i partecipanti a superare le maggiori difficoltà che ognuno di essi incontra nella comunicazione,  difficoltà a volte molto diverse che presuppongono anche una differenziazione negli esercizi e nella preparazione. La breve pièce  che presenteranno alle “Muse” è nata da una serie di prove e di tentativi tutti  mirati a sviluppare attenzione, concentrazione e coordinamento tra i singoli. E dunque non è detto che poi non si possa andare dovunque: perché no, anche a Parigi.

Lino Terra


 I ragazzi del laboratorio

“C’E’ QUALCOSA DI GRANDE…”

presentano:

TUTTA UN’ALTRA ODISSEA

con

Carlo Defendi,   Ambra Tiberi,   Mattia Guidi,   Lorenzo Rozzi,  Beatrice Olivia,  Letizia Scandali, Tommaso Scarano, Giacomo Cipolletta, Alfredo Nicoletti, Greta Fiorini

Regia: Andrea Bartola

Organizzazione: Laura Moreschi

Lo spettacolo frutto di improvvisazioni sviluppate nel corso del Laboratorio teatrale ripercorre in veste semiseria il viaggio periglioso di Ulisse e del suo ritorno ad Itaca.  Ma i racconti dell’Odissea si intrecciano senza quasi accorgercene alle nostre odissee quotidiane e presto diventiamo tutti dei piccoli Ulisse sballottati dai nostri attuali canti delle sirene, o alle prese di ammalianti  Circe, Calipso troppo viziate e  pericolosi Ciclopi.

Chissà se Penelope avrà ancora voglia di aspettarci pazientemente a casa?

Andrea Bartola