LA VEDOVA SCALTRA

inizio spettacoli ore 20.45 – domenica ore 16.30

dal 5 all’ 8 aprile 2018 – Teatro delle Muse

una commedia di Carlo Goldoni

con Giuseppe Zeno e Francesca Inaudi

scene di Jean Haas
costumi Francesca Brunori
musiche Peter Ludwig

adattamento e regia di Mark Bell

disegno luci Giuseppe Filipponio
direzione tecnica Stefano Orsini

Ginevra Media Prod srl

UNA DELLE PIÙ DIVERTENTI E RAFFINATE COMMEDIE GOLDONIANE

Uno dei registi inglesi più acclamati del momento con al suo attivo ben due successi nel west end londinese “The Plat that goes wrong” e The comedy of the bank robbery”, attualmente in scena e presto anche a Broadway, si cimenta con un classico della commedia goldoniana con cast tutto italiano e le scene di Jean Hass, tra i più creativi scenografi francesi. Eccellenze internazionali per una grande produzione italiana.
La vedova scaltra rappresenta non soltanto uno dei momenti altissimi e divertenti della commedia goldoniana, ma soprattutto il simbolo del cambiamento dell’autore, che dal teatro delle maschere tipico della Commedia dell’Arte passa a quello dei personaggi presi dal reale, che saranno protagonisti dei suoi lavori successivi e della Commedia di Carattere. Ne “La vedova scaltra” infatti convivono le maschere di Pantalone e Arlecchino e personaggi comuni quali la vedova Rosaura, i servi, i suoi pretendenti.
Rosaura è una giovane e bella vedova che desidera risposarsi, ma la scelta tra i suoi quattro pretendenti è assai ardua. Si tratta di decidere, infatti, tra un nobile spagnolo, un Lord inglese, un sofistico ed elegante francese e un conte italiano. Ciascuno di loro presenta, però, oltre che ricchezza e premure per l’amata, delle pecche che complicano la decisione di Rosaura: il francese è vanitoso e frivolo, lo spagnolo rigido e impostato, l’inglese uomo di pochissime parole e poco incline al matrimonio, e l’italiano, terribilmente geloso. Rosaura scioglierà i suoi dubbi ricorrendo allo stratagemma del travestimento copiato dallo sfortunato servitore Arlecchino: celando il suo volto con maschere carnevalesche, si fingerà quattro diverse dame, ciascuna della nazionalità dei quattro pretendenti, per verificare la loro fedeltà posta a rischio dalle lusinghe di una misteriosa dama connazionale e innamorata. Naturalmente tutti cederanno senza tanti complimenti, tranne il geloso quanto fedele conte di Bosco Nero, che riceverà in premio la mano della scaltra vedova.