Enrico IV

di Luigi Pirandello
adattamento di Carlo Cecchi

scene di Sergio Tramonti
costumi di Nanà Cecchi
luci Camilla Piccioni

regia di Carlo Cecchi
assistente alla regia Dario Iubatti
assistente alle scene Sandra Viktoria Muller

con
Carlo Cecchi, Angelica Ippolito, Gigio Morra, Roberto Trifirò
Federico Brugnone, Davide Giordano, Dario Iubatti, Matteo Lai, Chiara Mancuso, Remo Stella

direttore tecnico allestimento Roberto Bivona
macchinisti Edoardo Romagnoli, Frederic Lançon
fonico Giovanni Grasso
amministratore di compagnia Francesca Leone

direttore di produzione Marta Morico
produzione, organizzazione Alessandro Gaggiotti
assistente di produzione Claudia Meloncelli
comunicazione e ufficio stampa Beatrice Giongo

produzione MARCHE TEATRO

durata atto unico 1h 30′

date

13/25 febbraio 2018 Torino Teatro Carignano
30 gennaio 2018 Russi (RA) Teatro Comunale
26/28 gennaio 2018 Bologna Teatro Duse
24-25 gennaio 2018 Reggio Emilia Teatro Ariosto
18/21 gennaio 2018 Messina Teatro Vittorio Emanuele
12/17 dicembre 2017 Firenze Teatro La Pergola
1/10 dicembre 2017 Palermo Teatro Biondo
29 novembre 2017 Rende (CS) Auditorium
17/26 novembre 2017 Milano Teatro Franco Parenti
debutto 4/12 novembre 2017 – Ancona Teatro Sperimentale

note di regia

“Enrico IV” fu scritto per Ruggero Ruggeri, il “Grande Attore” del primo Novecento. Dopo di lui, molti altri Grandi Attori si sono “cimentati” con questo monumento alla Grandattorialità.
Prima di tutto ho ridotto drasticamente molte delle lunghissime battute del Grande Attore; conseguentemente gli altri personaggi acquistano un rilievo che spesso, soverchiati dal peso delle battute del protagonista, rischiano di perdere.
In alcuni dialoghi ho “tradotto” la lingua dell’originale in una lingua teatrale a noi più vicina.
E ho fatto della follia e della recita della follia di Enrico IV, che nell’originale ha una causa clinica un po’ banale, una decisione dettata da una sorta di vocazione teatrale: non per nulla, il teatro, il teatro nel teatro e il teatro del teatro, sono il vero tema di questo spettacolo.

Carlo Cecchi