La società

Tre atti di umana commedia

scritto e diretto da Lino Musella Paolo Mazzarelli
con Fabio Monti, Laura Graziosi, Paolo Mazzarelli , Lino Musella
scene Elisabetta Salvatori
costumi  Stefania Cempini
luci Mauro Marasà

direttore di produzione Manuela Diana
promozione pubblico Benedetta Morico
comunicazione e ufficio stampa Beatrice Giongo

MARCHE TEATRO-Fond. “Le Città del Teatro” TSM
in collaborazione con Compagnia Musella-Mazzarelli

Premio Le Maschere del Teatro Italiano 2014 a Lino Musella come migliore attore emergente

vincitore Premio della Critica 2014
www.criticiditeatro.it

date

8 gennaio 2016 Lastra a Signa (FI) Teatro Comunale
dal 13 al 17 maggio 2015 Milano Elfo Sala Fassbinder
17 e 18 aprile 2015 Taranto Teatro Tatà
7-12 aprile 2015 Napoli Teatro Bellini
3 aprile 2015 Forlì
14 novembre 2014 Lugano Teatro Cittadella
4-13 aprile 2014 Milano Teatro Filodrammatici
13-15 dicembre 2013 Roma Teatro Quarticciolo
27-30 nov. – 1 dicembre 2013 Ancona Teatro Sperimentale
15-16 novembre 2013 Parma Teatro Due

note

Tre amici e una donna straniera si trovano a dover gestire, in società, un locale lasciato loro in eredità. I migliori ideali, l’amicizia, il sogno di una gestione condivisa non basteranno ad evitare che la società finisca nel peggiore dei modi, assieme ai rapporti e agli ideali coltivati dai quattro per l’intera vita. L’aspetto tragico e quello comico sono, come nei precedenti lavori del gruppo Musella-Mazzarelli, in costante equilibrio fra loro, svelando il volto infido e beffardo di un nemico intimo e invisibile: quel seme della discordia che si nasconde in ogni tentativo di Società e, prima ancora, in ogni uomo che dica “io”.

La Compagnia MusellaMazzarelli nasce nel 2009 dall’incontro tra Lino Musella (premio Le Maschere del Teatro miglior attore emergente 2014 e premio Hystrio ANCT 2015) e Paolo Mazzarelli (premio speciale Scenario 2001, Premio Enriquez alla drammaturgia 2005). Tra il 2009 e il 2011 realizzano “Due cani”, “Figlidiunbruttodio” (vincitore del premio Inbox 2010) e “Crack machine”, tutti lavori basati su testi originali, ideati, scritti, diretti e interpretati a due. “La società” ha vinto il Premio della Critica 2014.

estratti stampa

[…] Tra gli esponenti di maggior spicco […] c’è di sicuro la Compagnia MusellaMazzarelli, che con La società conferma quella capacità di raccontare storie attuali già rivelata nel coinvolgente Crack Machine[…] (Renato Palazzi Il Sole 24 ore).
[…] Certo, bravi come sono…Una bravura che dimostrano anche questa volta insieme ai loro compagni di scena, un cast strepitoso impegnato nel difficile compito di reggere un’interpretazione sotto il segno di un verismo giocato sui toni alti. Ne escono sempre credibili e coinvolgenti, sul filo di rasoio di una studiatissima misura[…] Nicola Viesti, Hystrio

Premio Hystrio 2016 alla Drammaturgia a MusellaMazzarelli

da dramma.it

Questa volta si parla di drammaturgia. Per un attimo lasciando da parte gli attori, Lino Musella e Paolo Mazzarelli, ormai fra i più amati e quotati. Eppure quel successo, in crescita costante dal 2009, si fonda su un meticoloso lavoro di scrittura a quattro mani, che nasce da idee, canovacci, spunti condivisi. Per poi strutturarsi attraverso il lavoro scenico, creando architetture sempre più complesse e ramificate. Sempre più in grado di leggere il tempo presente, come dimostrano le ultime due produzioni con MarcheTeatro: La Società e il recentissimo Strategie fatali, quasi virtuosistico nel mettere alla prova sette interpreti su sedici ruoli differenti, incrociando gli interrogativi dell’uomo con quelli del contemporaneo. E pensare che tutto era iniziato proprio nel 2009 con un lavoro dalla struttura duale come Due cani, seguito dai fortunatissimi Figlidiunbruttodio e Crack Machine. Poi la svolta. La necessità di aprirsi all’esterno. Mantenendo come tratto distintivo una chiara leggibilità in bilico fra comico e tragico, fra il racconto fedele della realtà e la sua esasperazione, fra umiltà e spregiudicatezza, tradizione e azzardo, pragmatismo e poesia. Una sorprendente pluralità di registri che ci ha spinto a scegliere MusellaMazzarelli come Premio Hystrio alla Drammaturgia 2016.

foto di Marina Siciliano