STRATEGIE FATALI

testo e regia di Paolo Mazzarelli e Lino Musella

scritto e diretto da Lino Musella_Paolo Mazzarelli
assistente alla regia Dario Iubatti
con Marco Foschi, Annibale Pavone, Paolo Mazzarelli, Lino Musella, Laura Graziosi, Astrid Casali, Giulia Salvarani
costumi Stefania Cempini
sound design e musiche originali Luca Canciello

direttore di produzione Marta Morico
comunicazione e ufficio stampa Beatrice Giongo
amministrazione Katya Badaloni
assistente di produzione Claudia Meloncelli
direttore tecnico dell’allestimento Roberto Bivona
elettricista Cristiano Carìa
fonico Jacopo Pace
grafica Fabio Leone
foto di scena Marco Parollo / Matteo Delbò

MARCHE TEATRO in collaborazione con Compagnia MusellaMazzarelli

date

9 febbraio 2017 Cuneo Teatro Toselli
7 febbraio 2017 Forlì Teatro Diego Fabbri
25 gennaio-5 febbraio 2017 Roma Teatro India

15 gennaio 2016 Matera Cine Teatro Duni
14 gennaio 2016 Potenza Teatro Francesco Stabile
9 gennaio 2016 Firenze Cantiere Florida

2-6 dicembre 2015 Napoli Teatro Nuovo
debutto 25-29 novembre 2015 Ancona Teatro Sperimentale

note

È il Teatro, inteso sia come ambiente fisico che come ultimo possibile luogo di indagine metafisica, il grande tema di Strategie Fatali.
Ecco quindi tre storie che si intrecciano fra loro, sette attori, sedici personaggi, riuniti in un’unica multiforme indagine che – nell’ambientazione comune di un Teatro – mette difronte alcuni dei grandi temi del contemporaneo (il terrore, il porno, i nuovi media) con alcuni temi eterni dell’essere umano (il maligno, l’illusione, il fantasma, ancora il Teatro).
La Compagnia MusellaMazzarelli, con questo nuovo spettacolo, arricchisce ulteriormente il suo gioco teatrale, apre le porte – usando Shakespeare e Baudrillard come chiavi – ad una scrittura che chiama in causa un numero crescente di compagni di scena, ma tiene fede a quella sua caratteristica cifra stilistica che si muove sul confine sottile fra comico e tragico.
Un confine in cui la vita e il teatro si toccano fra loro e – insieme – prendono aria, fuoco, luce.

Compagnia MusellaMazzarelli: breve scheda

La Compagnia MusellaMazzarelli (premio Hystrio per la nuova drammaturgia 2016), nasce nel 2009 dall’incontro tra Lino Musella (premio Le Maschere del Teatro miglior attore emergente 2014 e premio Hystrio ANCT 2015) e Paolo Mazzarelli (premio speciale Scenario 2001, Premio Enriquez alla drammaturgia 2005). Tra il 2009 e il 2011 realizzano “Due cani”, “Figlidiunbruttodio” (vincitore del premio Inbox 2010) e “Crack machine” (testo pubblicato su Hystrio ottobre/dicembre 2016), tutti lavori basati su testi originali, ideati, scritti, diretti e interpretati a due. Negli ultimi anni Marche Teatro della Compagnia MusellaMazzarelli ha prodotto “La società” (2012), spettacolo vincitore del Premio della Critica 2014, “Strategie Fatali” (2015). MusellaMazzarelli hanno lavorato come attori nella produzione di Marche Teatro/Teatro dell’Elfo “Orphans” (2016).

Premio Hystrio 2016 alla Drammaturgia a MusellaMazzarelli

da dramma.it

Questa volta si parla di drammaturgia. Per un attimo lasciando da parte gli attori, Lino Musella e Paolo Mazzarelli, ormai fra i più amati e quotati. Eppure quel successo, in crescita costante dal 2009, si fonda su un meticoloso lavoro di scrittura a quattro mani, che nasce da idee, canovacci, spunti condivisi. Per poi strutturarsi attraverso il lavoro scenico, creando architetture sempre più complesse e ramificate. Sempre più in grado di leggere il tempo presente, come dimostrano le ultime due produzioni con MarcheTeatro: La Società e il recentissimo Strategie fatali, quasi virtuosistico nel mettere alla prova sette interpreti su sedici ruoli differenti, incrociando gli interrogativi dell’uomo con quelli del contemporaneo. E pensare che tutto era iniziato proprio nel 2009 con un lavoro dalla struttura duale come Due cani, seguito dai fortunatissimi Figlidiunbruttodio e Crack Machine. Poi la svolta. La necessità di aprirsi all’esterno. Mantenendo come tratto distintivo una chiara leggibilità in bilico fra comico e tragico, fra il racconto fedele della realtà e la sua esasperazione, fra umiltà e spregiudicatezza, tradizione e azzardo, pragmatismo e poesia. Una sorprendente pluralità di registri che ci ha spinto a scegliere MusellaMazzarelli come Premio Hystrio alla Drammaturgia 2016.

foto di Marina Siciliano

materiali

poster 70×100

 foto di scena di Marco Parollo

 foto di scena di Matteo Delbò

recensioni