SHOW

MARTEDÌ 4 DICEMBRE_ORE 20.45_MUSE esclusiva regionale

HOFESH SHECHTER COMPANY

coreografia e musica Hofesh Shechter

performer Shechter II: Riley Wolf, Juliette Valerio, Zunnur Sazali, Adam Khazhmuradov, Natalia Gabrielczyk, Emma Farnell-Watson, Robinson Cassarino and Neal Maxwell

luci originali (Clowns) Lee Curran
disegno luci  (SHOW) Richard Godin
direttore prove Chien Ming Chang
supervisione costumi Laura Rushton
realizzazione luci Alan Valentine

originariamente commissionato e creato per NDT 1 nel 2016 con il titolo Clowns.
Show è prodotto in associazione a HOME Manchester e Lyric Hammersmith con il supporto di Fondazione I Teatri Reggio Emilia e residenza creativa all’Attenborough Centre for the Creative Arts, Brighton

Debutto Teatro Ariosto, Reggio Emilia, 17 marzo 2018

Hofesh Shechter è uno dei più dirompenti coreografi della nuova scena internazionale, una figura potente, combinazione tra un danzatore e una rockstar con la sensibilità del regista cinematografico.
Le sue creazioni sono presenti nel repertorio delle più importanti compagnie di danza nel mondo. Il gruppo impegnato nello spettacolo Show è formato da giovani danzatori selezionati in tutto il mondo tra i più ispirati e con maggior talento.
«Show» definito dalla stampa “come un cuore selvaggio pieno di furia omicida e ipnotico desiderio”, “un pugno, messo bene a segno, dritto in faccia”, è uno spettacolo di danza in «tre atti», firmato da Hofesh Shechter che ne ha curato anche la musica.
Clowns, The Entrances, Bows son le tre parti in cui è diviso lo spettacolo: e se i pagliacci, i clowns appunto, sono caratterizzati da una violenza caotica, al limite dell’omicida, l’intero «Show» è concepito come il risultato di un gruppo di artisti anarchici che recitano le loro parti in un macabro circo «… visione pungente e buffa di un mondo in cui gli sciocchi possono essere re e i re possono essere degli sciocchi». Il tutto in un travolgente mix di danza, teatro e rock che è anche la cifra stilistica della compagnia di Hofesh Shechter.
L’artista israeliano, che è un coreografo e ballerino ma anche un compositore, è ormai noto in tutto il mondo per suoi lavori a cominciare da «Fragments» del 2003 e da Gran Final del 2016 in cui tra i co-produttori ha partecipato Marche Teatro.