TUTTOIN1GIORNO danzafestival

ore 18 | ridotto del teatro

CORPO LIBERO

Conferenza di Rossella Battisti
(critico e giornalista)
inserti video tratti dalle opere di: Merce Cunningham, Carolyn Carlson, Momix, Akram Khan, Sidi Larbi Cherkaoui

ore 19.00 | musecaffe’ / spazio espositivo

SGUARDI

Inaugurazione mostra fotografica di Guido Calamosca
scatti da Inteatro Festival

ore 19.30 | teatrino – sala melpomene

40.000 CENTIMETRI QUADRATI

Claudia Catarzi
di e con Claudia Catarzi
disegno luci Massimiliano Calvetti
produzione Company Blu
con il contributo di MiBac e Regione Toscana

CLAUDIA CATARZI_

Un corpo solo, ridotto all’essenziale, che porta in scena se stesso in uno spazio limitato. Claudia Catarzi parte dal desiderio di riscoprire cosa il corpo da solo possa ancora restituire, con la sua incondizionata onestà, lasciando che l’idea risieda nel movimento, nella possibilità di fascinazione che è nella concentrazione dell’atto e nel parlare il linguaggio della danza. Ricercare, per trovare dentro un limite preciso, l’accessibilità a condizioni impossibili, scoprire la duttilità del corpo nel risiedere in spazi specifici. La costrizione incide sull’intelligenza del corpo che esprime capacità di adattamento. Il tempo speso in questo spazio è humus vitale.

ore 20.45 | sala grande

DUUM

Sonics
creato e diretto da Alessandro Pietrolini
testi di Antonio Villella
costumi di Ileana Prudente e Irene Chiarle
luci ed effetti speciali Niki Casalboni
pensato e creato insieme a Ileana Prudente, Claudio Bertolino, Viola Cappelli, Irene Chiarle, Giorgio Richetta, Micol Veglia, Lucio Rizzi, Federica Vaccaro
prodotto da Fanzia Verlicchi per Equipe Eventi

021-SonicsDUUM5_710

Una sfida alle leggi di gravità unita all’armonia del movimento. Alla loro quinta tournée teatrale i SONICS, compagnia italiana di acrobati e danzatori, tornano a grande richiesta nei teatri con una nuova, coinvolgente avventura ispirata al mondo leggendario di Agharta.  DUUM è il titolo del secondo lavoro teatrale del gruppo, già presentato con successo nei teatri italiani nella passata stagione e per un mese intero al Fringe Festival di Edimburgo. Lo spettacolo nasce dalla voglia di descrivere in modo del tutto personale e fantasioso i luoghi di questo regno misterioso: ancora una volta il pubblico di tutte le età potrà sognare e farsi travolgere, trasportato con DUUM nei luoghi di un mondo mitico, del quale i SONICS cercano di immaginarne e descriverne i colori, le regole, gli equilibri e i ritmi. Le acrobazie mozzafiato e le performance atletiche degli acrobati, le grandi macchine sceniche, i giochi di luce e gli effetti speciali, la trama sviluppata grazie al racconto e ai pensieri del personaggio Serafino, raccontano i continui sforzi degli abitanti di “Agharta” di compiere il “DUUM”, ovvero il salto verso la superficie. “DUUM” è infatti il rumore di un SALTO, è il tentativo di un gruppo di persone di raggiungere il mondo in superficie, in attesa di cogliere la giusta vibrazione, il “segreto” che permetterà loro di lasciare per sempre le viscere della terra.

Una scenografia grandiosa che unisce effetti speciali, danza e narrazione (La Repubblica)
SONICS in DUUM: amazing acrobatics from Italy (The Times)

ore 22.15 | foyer di 3^ galleria
brindisi offerto dall’Azienda Agraria Luigi Pieri

(riservato agli spettatori di Autoinganno)

ore 22.45 | salone delle feste

AUTOINGANNO

Francesca Gironi in collaborazione artistica con Helen Cerina
interpreti Francesca Gironi ed Elisa Mucchi
musiche Robert Leroy Johnson, Luca Losacco

FRANCESCA GIRONI_

è un’indagine sull’autoritratto e sulla rappresentazione di sé, prendendo le mosse dall’osservazione di una serie di fotografie di Francesca Woodman (Denver 1958- New York 1981). Francesca Woodman trasfigura il corpo nel farsi ambiente, è di volta in volta, calla bianca, pavimento a mosaico, carta da parati in una casa abbandonata, intonaco alle pareti. Lo specchio diventa strumento ingannevole di rappresentazione, l’autoritratto è autoinganno, il movimento strategia di dissolvenza. Francesca-soggetto abita lo spazio fino ad aderirvi sensualmente. L’intento è quello di instaurare relazioni affini con lo spazio, maneggiarlo e lasciarsi  sovrastare, essere cosa tra le cose del mondo. Indossare i gesti altrui e vedere cosa accade. Le immagini si susseguono per associazione come nella trama di un sogno.
AUTOINGANNO è una riflessione sulla collocazione di sé nel mondo.

Info e biglietteria

Teatro delle Muse 071 52525 biglietteria@teatrodellemuse.org
Prezzi biglietti DUUM platea intero € 25 –  ridotto € 23   /  prima galleria intero €20 – ridotto € 18
seconda galleria intero € 15  ridotto € 13  /  terza galleria e palchi laterali € 10 – ridotto € 8
40.000 centimetri quadrati € 5   /   Autoinganno € 5

“Corpo libero” e “Sguardi” sono ad ingresso gratuito

biglietti on line

geticket