INTEATRO FESTIVAL
DAL 15 AL 18 GIUGNO
A POLVERIGI E ANCONA

PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA LA COMPAGNIA INGLESE BERT & NASI PROPONE DUE SPETTACOLI IL NUOVO THE BEGINNING, L’ACCLAMATISSIMO “THE END” E DUE WORKSHOP

TANTI GLI APPUNTAMENTI
DA ANDREA COSTANZO MARTINI A LUDOVICO PALADINI,
PASSANDO PER DEWEY DELL, CLAUDIA CALDARANO, OLIVIER DE SAGAZAN, SALVO LOMBARDO, GIANMARIA BORZILLO
TRA PRIME ASSOLUTE, ESCLUSIVE ITALIANE E SITE SPECIFIC

AD ANCONA
LA PRIMA NAZIONALE DI SOTTERRANEO CON “L’ANGELO DELLA STORIA” AL TEATRO SPERIMENTALE
A POLVERIGI
AL TEATRO DELLA LUNA LIV FERRACCHIATI CON “UNO SPETTACOLO DI FANTASCIENZA” AL TEATRO DELLA LUNA
E AL CINEMA ITALIA IL COREANO JAHA KOO PROPONE DUE SPETTACOLI: “LOLLING E ROLLING” e “CUCKOO”.

DAL 10 AL 18 GIUGNO A POLVERIGI SARÀ PROPOSTO IL GIOCO DELL’OCA VERDE _ BIG ECO-GAME PER SPETTATORI DA 0 A 99 ANNI

INTEATRO Festival è un’importante manifestazione internazionale dedicata alle arti performative contemporanee che ogni anno, nel mese di giugno, anima il piccolo borgo fortificato di Polverigi (a circa 20 km da Ancona) con l’incantevole Villa Nappi, sede anche di residenze artistiche, e il suo parco secolare e riserva alcuni appuntamenti alla città di Ancona.

Il Festival, tradizionalmente dedicato all’innovazione artistica, presenta ogni anno una selezione delle migliori produzioni italiane e straniere nei settori della danza e del teatro, ospitando le più significative e singolari esperienze artistiche contemporanee.

INTEATRO Festival giunto alla sua 43° edizione si tiene quest’anno dal 15 al 18 giugno tra Polverigi ed Ancona.

Per la prima volta in Italia arriva la Compagnia Bert & Nasi, formazione artistica inglese recentemente premiata con il Forced Entertainment Award (15 e 16 giugno_Polverigi).

Bertrand Lesca e Nasi Voutsas presentano The Beginning che debutta al festival dopo una residenza a Villa Nappi (work in progress). Della stessa formazione viene presentato al festival anche l’acclamatissimo spettacolo The End, sempre in prima nazionale. Bert & Nasi (FR-UK) sono internazionalmente riconosciuti e apprezzati per aver dato vita ad un teatro politico originale che è allo stesso tempo esilarante e brutale.  Ideando progetti in un’epoca di austerità, il loro lavoro è stato spogliato di tutti gli orpelli e si colloca a metà strada tra live art, danza e teatro. Indagano grandi tematiche ma le affrontano ad un livello personale per mostrare la natura ridicola, commovente e contraddittoria del mondo in cui viviamo.

Tra gli appuntamenti di danza:

in anteprima Gianmaria Borzillo presenta il suo Under the influence (15 giugno_Polverigi Cinema Italia) regia e drammaturgia Gianmaria Borzillo, con Elena Giannotti, Matteo Ramponi. Un lavoro nel silenzio; la tensione è sorretta da una incisiva grammatica di corpi dotata di una forza poetica sull’andamento del Bolero di Ravel_ Menzione Speciale della Biennale di Venezia e Menzione speciale dalla giuria del premio Leo de Berardinis – Teatro di Napoli per “l’originale drammaturgia del silenzio e dello spazio costruita attraverso un rigoroso lavoro sulla dialettica dei corpi dei performer in scena”.

Dewey Dell, compagnia di danza e performing arts fondata nel 2006, torna ad Inteatro Festival con l’anteprima dello spettacolo I’ll do, I’ll do, I’ll do. Lo spettacolo nasce dall’idea di una coreografia che tesse le trame di un sabba immaginato (15 giugno_ Parco di Villa Nappi a Polverigi)

Ludovico Paladini, coreografo giovanissimo scoperto e prodotto da Marche Teatro, presenta, in prima assoluta, a Inteatro Festival un progetto artistico site-specific, nato dalla collaborazione artistica con il collettivo Hardchitepture. La danza si mescola a un progetto di writing iNstallativo dove gli spazi marginali diventano scenografie e i materiali abbandonati ne fanno da scheletro (15 giugno_Cortile di Villa Nappi a Polverigi)

Piano Solo, Corpo Solo, spettacolo realizzato in residenza a Villa Nappi nel 2021, è una performance/concerto dove il suono e il movimento sono emotività, tattilità, visione. I brani composti e suonati dal vivo da Simone Graziano per pianoforte a coda si uniscono alla composizione coreografica della straordinaria Claudia Caldarano (16 giugno_Parco di Villa Nappi a Polverigi).

Poi ancora Salvo Lombardo/Chiasma presentano l’azione corale e partecipata Let my body be!, un momento di riappropriazione collettiva dello spazio urbano a partire dai corpi e dal loro muoversi e respirare insieme. Una pratica partecipata attraverso una serie di semplici indicazioni di una voce-guida in cuffia che orienta i corpi dei partecipanti portandoli alla costruzione di un’azione corale (17 e 18 giugno_Polverigi).

Olivier De Sagazan, già ospite a Villa Nappi nel 2016 con la Central Saint Martins College of Art and Design di Londra, torna a Polverigi per presentare il suo spettacolo Transfiguration. (18 giugno_Polverigi)

Da oltre vent’anni Olivier De Sagazan conduce una pratica ibrida incentrata sulla contaminazione tra performance, scultura, fotografia e pittura.

Andrea Costanzo Martini, straordinario coreografo italiano con sede a Tel Aviv, torna ad Inteatro Festival in prima italiana con la nuova creazione PayPer Play.

Creato nel bel mezzo della pandemia di Covid-19, PayPer Play racconta la storia di un personaggio solitario che vive in una stanza interamente fatta di scatole di cartone e isolata dal mondo esterno. (18 giugno _Teatro della Luna di Polverigi).

Tra gli appuntamenti di teatro:

L’artista coreano Jaha Koo presenta al Cinema Italia di Polverigi due creazioni il 16 giugno Lolling and Rolling e il 17 giugno Cuckoo.

Cuckoo e Lolling and Rolling sono spettacoli multidisciplinari che intrecciano video, creazioni musicali, parole e installazioni. Un viaggio nella storia della Corea del Sud degli ultimi 20 anni che Jaha Koo racconta ironicamente facendo ricorso a volte a una batteria di elettrodomestici… inclini alla conversazione.

Sempre a Polverigi al Teatro della Luna il 17 giugno sarà presentato il nuovo spettacolo di Liv Ferracchiati Uno spettacolo di fantascienza_quante ne sanno i trichechi con Liv Ferracchiati, Andrea Cosentino e Petra Valentini. Lo spettacolo è prodotto da MARCHE TEATRO, CSS Teatro Stabile d’Innovazione del FVG, Teatro Metastasio di Prato. Come si racconta la fine del mondo?  E poi: quale mondo sta finendo? In Uno spettacolo di fantascienza una rompighiaccio è diretta al Polo Sud, i trichechi rotolano giù dalle rocce e l’asse del mondo si sposta, la Terra si crepa nel mezzo emerge in evidenza il crollo dei tasselli che compongono la nostra identità.

Ad Ancona, Sotterrano presenta in prima assoluta il 17 e il 18 giugno al Teatro Sperimentale il nuovo spettacolo L’angelo della Storia. In scena: Sara BonaventuraClaudio CirriLorenza GuerriniDaniele PennatiGiulio Santolini, drammaturgia Daniele Villa, produzione Sotterraneo coproduzione MARCHE TEATRO, CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, Teatri di Pistoia, Teatro Nacional D. Maria II.

L’Angelo della Storia assembla aneddoti storici di secoli e geografie differenti, gesti che raccontano le contraddizioni di intere epoche, azioni che suscitano spaesamento o commozione, momenti che in una parola si potrebbero definire paradossali. Ispirandosi a quelle che il filosofo Walter Benjamin chiamava costellazioni svelate, Sotterraneo prova a raccontare questi episodi mettendoli in risonanza col presente, componendo una propria personale mappa del paradosso fatta di microstorie, istanti sospesi, momenti fatali di persone illustri o sconosciute.

Adriana Zamboni anima dal 10 al 18 giugno ogni pomeriggio alle ore 18.30 nel Parco di Villa Nappi, l’originale gioco dell’oca verde, big eco-game, con macro-tessere e dadi giganti, a cui gli spettatori di tutte le età possono assistere o partecipare attivamente, diventando delle vere e proprie “pedine viventi”. I partecipanti affrontano coinvolgenti prove di abilità misurando le proprie eco-conoscenze. Lo scopo del gioco è divertirsi acquisendo una coscienza ecologica.

Info e biglietteria 071 52525
Dal 15 al 18 giugno biglietteria aperta anche a Polverigi