5 lug. 2015 | Chiude la 37^ edizione di Inteatro Festival

5.000 SPETTATORI
PER UN’EDIZIONE DA RECORD

Una comunità di artisti e spettatori capace di condividere sguardi, idee, prospettive seguendo il ritmo delle emozioni e del cuore, ha scritto il direttore di Marche Teatro Velia Papa nell’introduzione al Festival nel libretto di sala, e così è stato. Il 2015 è stato l’anno del rilancio.

10 giorni di festival, 2 sedi, 200 artisti da 3 continenti, 37 compagnie, poi ancora operatori stranieri e meeting internazionali.

12 le prime nazionali, 4 produzioni di Marche Teatro, 3 residenze, 2 laboratori e 7 progetti. Questi alcuni dei numeri di INTEATRO Festival 2015 che in questa 37° edizione, ha registrato un ottimo successo di pubblico registrando circa 5.000 spettatori.

19 le location utilizzate tra Ancona e Polverigi dal Teatro delle Muse alla Mole nei diversi spazi e zone, dallo Sperimentale alle piazze cittadine a tutti gli spazi di Polverigi da Villa Nappi al Teatro della Luna.

Ma il festival è cominciato già due mesi prima con le residenze a Villa Nappi degli artisti che hanno poi debuttato (Chiara Frigo, Antonio Montanile, Effetto Larsen), le produzioni (Alessandro Sciarroni con Turning e Joseph, Chimèra 7 8 chili e Glen Caci KK I’m a Kommunist Kid, Teatro della Biosphera-EnerigaUtopia e biosphera d’acqua), i laboratori (Collettivo PirateJenny e il Laboratorio  per il successivo flash-mob condotto da Afshin Varjavandi e INC Innprogress).

Gli spettacoli sono stati affiancati da diversi Progetti dedicati all’internazionalizzazione con il Meeting Internazionale tenutosi per due giorni a Polverigi dedicato agli operatori dei paesi Balcanici e all’incontro con gli artisti protagonisti al festival (nell’ambito del progetto di Svim e DCE sulla Macroregione Adriatico Ionica), alle giovani generazioni come GAME3, agli artisti anche provenienti dalle arti visive con NOVA INSULA e PAC4, alla scrittura con Atelier Festival.

3 le coreografe donne di fama internazionale per altrettanti spettacoli arrivati da Seoul (Ahn Aesoon), Berlino (Constanza Macras), Kinsasha (Ula Sickle), un focus danza a Polverigi con presenti 14 tra i migliori coreografi e performer italiani trentenni, tante le collaborazioni attivate anche sul territorio per animare le due settimane di festival in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura di Ancona (Luna Dance Teather,  Hexperimenta, INC Innprogress, dj set).

È stata l’edizione del rilancio, per la prima volta ad Ancona, e non solo a Polverigi, Inteatro Festival è un perfetto palcoscenico per coinvolgere il pubblico in rappresentazioni straordinarie – ha dichiarato il presidente di Marche Teatro Gabriella Nicolini – .

Velia Papa direttore di Marche Teatro e anima del Festival ha sottolineato – un successo che ci incoraggia a mantenere aperta questa finestra sul mondo -.

Inteatro Festival 2015 è stato curato da MARCHE TEATRO Teatro di Rilevante interesse Culturale, con il sostegno di Comune di Ancona, Comune di Polverigi, Regione Marche, Distretto Culturale Evoluto, Svim, Camera di Commercio di Ancona, Ministero per i Beni Le Attività Culturali e il Turismo. Sponsor della manifestazione: Angelini spa, Carige, CNA di Ancona Vuesse, Conero Car. Per il progetto del Teatro della Biosphera: Multiservizi, Prometeo estra. L’attività di Inteatro Festival 2015 rientra tra le manifestazioni di MarcheExpo2015 ed è inserita con Teatro della Biosphera (19 giugno / 13 luglio) ad Ancona e il Meeting Internazionale per la creazione di una rete di cooperazione culturale nell’area della macroregione Adriatico-Ionica che si tiene a Polverigi (25 e 26 giugno) nel progetto di “Presidio Diffuso” recentemente varato dalla Camera di Commercio di Ancona.