7 ott. 2014 | Workshop “Walking and Movement” con Takahiro Fujita, compagnia Mum&Gypsy (Japan)

Marche Teatro | Teatro Stabile Pubblico
Scena Contemporanea 14/15

Marche Teatro, nell’ambito della rassegna Scena Contemporanea 14/15, presenta in esclusiva regionale lo spettacolo Dots and lines, and the cube formed – The many different worlds inside and light scritto e diretto da Takahiro Fujita interpretato dalla compagnia Mum&Gypsy – Teatro Sperimentale Ancona in data 31 ottobre 2014.

Marche Teatro in collaborazione con la compagnia giapponese Mum&Gypsy, propone un workshop formativo destinato ad un massimo di 13 partecipanti (di ambo i sessi) che si terrà il 28 e 29 ottobre 2014 al Teatro delle Muse o in alternativa a Villa Nappi – Polverigi, Ancona.

La tournée europea della compagnia giapponese Mum&Gypsy diretta da Takahiro Fujita è realizzata da:

produzione Mum & Gypsy  con il supporto di Yokohama Artes Platform, Steep Slope Studio in collaborazione con Fondazione Pontedera Teatro, Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee, MESS International Theatre Festival Sarajevo, Associazione Lis Lab Performing Arts, Meina (NO), Ente Autonomo Regionale Teatro di Messina, MARCHE TEATRO Teatro Stabile Pubblico con il sostegno del Performing Arts Japan Programme for Europe (PAJ Europe) – Touring Grant della Japan Foundation, Arts Council Tokyo.

I partecipanti devono essere maggiorenni (senza limite di età massima); non è richiesta esperienza specifica in ambito teatrale, in caso di grande richiesta sarà operata una preselezione e sarà data la precedenza a coloro che abbiano già avuto esperienze formative, anche amatoriali, nei settori della danza, del teatro e delle arti performative). Il workshop si svolgerà in inglese, pertanto è necessario avere la conoscenza della lingua anche se sarà presente un interprete che interverrà in caso di necessità.

20 ottobre scadenza iscrizioni
22 ottobre comunicazione ai partecipanti ammessi
28 ottobre laboratorio durata 5 ore dalle 14:00 alle 19:00
29 ottobre laboratorio durata 5 ore dalle 14:00 alle 19:00

Il lavoro comincia con lo stesso Takahiro Fujita che chiederà ad ogni partecipante di esporre, in lingua inglese, alcune descrizioni del proprio vivere quotidiano. A partire dal materiale raccolto il regista elaborerà un pezzo teatrale basato su queste tematiche. Al termine del seminario sarà rilasciato l’attestato di partecipazione. Ogni partecipante dovrà portare un rotolo di nastro adesivo bianco removibile.

Mum&Gypsy una compagnia teatrale fondata nel 2007 da Takahiro Fujima, uno dei più giovani esponenti della “zero generation” giapponese, una nuova generazione di registi e drammaturghi venuta alla ribalta nei primi anni 2000 ispirata dalle ricerche del regista, saggista ed insegnante Oriza Hirata che ha teorizzato sin dagli anni ’90 una nuova forma di teatro che attraverso l’uso del lessico comune restituisce in scena la lingua reale ma anche la vita quotidiana dei giapponesi superando gli stereotipi di linguaggio importati dall’occidente. Da questo punto di partenza da dove Takahiro Fujita ha dato vita ad un suo personalissimo stile drammaturgico basato su linee narrative che si sviluppano in un complesso intreccio di scene ripetute come un refrain presentato dai diversi personaggi. Uno stile che ricorda quello di un certo cinema fatto dal rapido susseguirsi di scene che si svolgono contemporaneamente. Fujita nei suoi lavori pone al centro della ricerca il tema della memoria personale come espressione del mondo interiore, ma anche della realtà

quotidiana dei giovani giapponesi.

Il costo totale è di € 50,00 e comprende la partecipazione al workshop e la visione dello spettacolo Dots, lines and cube formed – The many different worlds inside and light scritto e diretto da Takahiro Fujita interpretato dalla compagnia Mum&Gypsy – Teatro Sperimentale Ancona in data 31 ottobre 2014.

Per partecipare si prega di inviare per e-mail all’indirizzo: info@marcheteatro.it entro e non oltre il 20 ottobre. Per iscrizioni, informazioni, chiarimenti contattare Benedetta Morico 071/20784222 oppure scrivere a benedetta.morico@marcheteatro.it.

il bando è scaricabile da questa pagina