23 giu. 2017 | INTEATRO festival parte dall’India

INTEATRO Festival 39
24 giugno / 2 luglio
Polverigi / Ancona

INTEATRO Festival guarda all’INDIA
sabato 24 giugno al Teatro delle Muse di Ancona
tuttoin1giorno dalle 10 alle 24
tra spettacoli installazioni mostre incontri
in scena Attakkalari Centre for Movements Arts di Bangalore

Il programma del festival prosegue fino al 2 luglio
con 8 prime, esclusive italiane e nuove creazioni da tutto il mondo
con Yan Duyvendak, Roger Bernat, Karthik Pandian & Andros Zins-Browne,
 Andrea Costanzo Martini, Sonia Gómez, Annamaria Ajmone e Marcela Santander Corvalàn,
József Trefeli& Gabòr Varga, Oscar Gómez Mata, Claudia Catarzi, Nicola Galli

Al via Inteatro Festival 2017 si svolge dal 24 giugno al 2 luglio tra Polverigi e Ancona.  Inteatro Festival manifestazione da sempre consacrata alla creazione contemporanea nei settori del teatro e della danza, presenta artisti italiani e internazionali capaci di raccontare storie del presente in modo originale.

Il programma prevede 8 prime ed esclusive nazionali, 2 produzioni e più di 100 artisti presenti al Festival tra spettacoli, laboratori, installazioni e mostre. Il Festival 2017, in particolare, può dirsi generatore di nuove prospettive e nuove forme di relazione, all’insegna dell’attualità, dell’empatia, della responsabilità e della diversità culturale.

Inteatro Festival 2017 si apre al Teatro delle Muse di Ancona, sabato 24 giugno, con un focus INDIA che prevede tuttoin1giorno dalle 10 alle 24: spettacoli, mostre, installazioni e incontri tutti dedicati all’India contemporanea.

Gli appuntamenti aperti al pubblico partono alle 18 alla sala Melpomene con il solo “Trikonanga” portato in scena dalla coreografa e danzatrice Hemabharathy Palani uno dei talenti più promettenti della danza indiana. Trikonanga esplora le connessioni tra la danza contemporanea, la corrente neo-classica Bharatanatyam e il balletto, attraversandone i vari stati emotivi. Mettendo in connessione le tre regioni centrali del corpo – testa, ombelico e piede – il movimento di Hema viene a formare tracce triangolari nel corpo e nello spazio. Coreografa e danzatrice che vive e lavora a Bangalore, Hemabharathy Palani è conosciuta per la fluidità e musicalità e per le sue evocative performance, la sua formazione nella danza Kuchipudi e Bharatanatyam sono la base da cui sviluppa un linguaggio espressivo contemporaneo. Nel 2013 con Trikonanga si aggiudica il Public’s Fist Choice Award all’International Solo Tanz-Theater festival di Stoccarda.  Attualmente è Rehearsal Director all’Attakkalari Centre for Movement Arts di Bangalore, dove lavora anche come coreografa, danzatrice e insegnante.

Alle 19 si inaugura al musecaffè/spazio espositivo la mostra L’India di Pina Bausch Suggestioni da Bamboo Blues, fotografie inedite di Ninni Romeo e conversazione con la giornalista-critico di danza Rossella Battisti. Contemporaneamente sarà possibile attraversare la storia della danza indiana interagendo con l’installazione multimediale “Nagarika” posizionata nel foyer di platea delle Muse.

Alle 20.30 è previsto un aperitivo a tema al musecaffé “sapori dall’India” e alle 21.30 va in scena in sala grande lo spettacolo di danza contemporanea  “Bhinna Vinyasa”. Lo spettacolo è una creazione del coreografo indiano Jayachandran Palazhy per gli straordinari danzatori dell’Attakkalari Centre for Movement Arts di Bangalore. Gli elementi sonori e visivi creano un’atmosfera di avvolgente potenza in cui gli artisti rompono ogni barriera di forma e genere per dare vita a una performance di grande bellezza che ci conduce attraverso un’intensa esplorazione dell’idea del sé. Mappando frammenti di sogni, desideri, speranze, realtà difficili, mutazioni ambientali, migrazioni, Bhinna Vinyasa conduce lo spettatore attraverso un’esperienza intensa. Fondata nel 1992, Attakkalari è una compagnia formata da artisti provenienti da diverse discipline  artistiche legate al movimento, dedicata alla promozione e alla diffusione della danza contemporanea in India. Bhinna Vinyasa è l’ultima creazione del direttore artistico di Attakkalari, Jayachandran Palazhy, in collaborazione con i danzatori.

Programma del 24 giugno:

sabato 24 giugno          focus INDIA  Tuttoin1giorno
dalle 10 alle 24 spettacoli, incontri, installazioni, video, mostre
Ancona . Teatro delle Muse

Ore 18.00 Sala Melpomene
Hemabharathy Palani (India) Trikonanga DANZA

ore 19 Musecaffé/spazio espositivo mostra / incontro
L’INDIA DI PINA BAUSCH
Suggestioni da Bamboo Blues
Fotografie di Ninni Romeo
Conversazione con Rossella Battisti (critico e giornalista)

Foyer di platea installazione multimediale
NAGARIKA

ore 20.30 Musecaffé aperitivo
SAPORI DALL’INDIA

Teatro delle Muse ore 21.30
Attakkalari Centre For Movement Arts (India) Bhinna Vinyasa   DANZA

Prossimo appuntamento:
martedì 27 giugno
Ancona
Mercato Coperto del Piano ore 21
Yan Duyvendak (Svizzera) Azioni prima assoluta     ASSEMBLEA PUBBLICA/SPETTACOLO

Il 27 giugno alle ore 21, al Mercato Coperto del Piano di Ancona, verrà presentato l’esito del progetto Azioni interamente dedicato al tema della migrazione. Il progetto, diretto dall’artista svizzero-olandese Yan Duyvendak, propone un dispositivo scenico che riunisce cittadini, migranti vecchi e nuovi, associazioni che si occupano di accoglienza, rappresentanti delle Istituzioni, con l’obiettivo di uscire dalle secche della retorica delle buone intenzioni, per rispondere con azioni efficaci e dirette in grado di coinvolgere positivamente ogni singolo individuo. Azioni è una produzione Marche Teatro-Inteatro Festival. Azioni ha vinto il bando MigrArti 2017 promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) .

La sezione di Polverigi apre il 29 giugno alle ore 21.00 al Cinema Italia con la prima italiana dello spettacolo “Nessuna conversazione degna di rilievo” dell’artista catalano Roger Bernat (repliche fino al 2 luglio sempre alle ore 21.00). Lo spettacolo, prodotto in versione italiana da Marche Teatro, in co-produzione con Triennale Teatro dell’Arte di Milano, affronta il tema delicatissimo della deriva fondamentalista in cui cadono giovani cresciuti nell’ambiente culturale europeo. Roger Bernat, pioniere del “teatro partecipativo”, propone un dispositivo scenico in cui lo spettatore potrà percorrere la storia della trasformazione di onesti cittadini europei in feroci kamikaze attraverso i testi delle intercettazioni e degli atti processuali raccolti dalle Autorità spagnole nel primo processo intentato a Ceuta contro cittadini europei accusati di terrorismo.

Sempre il 29 giugno alle ore 22.30 al Teatro della Luna di Polverigi debutta, invece, in prima ed esclusiva italiana Atlas revisited, degli artisti newyorkesi Karthik Pandian e Andros Zins-Browne, una coreografia ludica e spiazzante sulla ricerca di una possibile rappresentazione del concetto di libertà, inteso nel senso più ampio. Sempre il 29 giugno ore 20.00 (replica il 30 giugno) al Parco di Villa Nappi a Polverigi, Collettivo Cinetico, la più acclamata tra le giovani compagnie di danza italiana, presenta il progetto site specific appositamente creato per il Festival, nel parco di Villa Nappi, Camminare in uno spazio tra lineeIl lavoro della compagnia, diretta dalla coreografa e danzatrice Francesca Pennini, mescola danza e circo contemporaneo con un linguaggio originale che non manca di ironia.

Il 30 giugno alle ore 20 ancora una giornata dedicata alla danza con tre debutti: alla Sala Sommier di Villa Nappi Bailarina della spagnola Sonia Gómez, una danza sulla ricerca di prossimità e sul mestiere del danzatore; al Parco di Villa Nappi ore 21, Creature della compagnia svizzero-ungherese József Trefeli& Gabòr Varga in cui le danze tradizionali vengono scomposte e re-inventate e al Teatro della Luna alle ore 22.30, Scarabeo_Angles and the Void ultima creazione dello straordinario danzatore Andrea Costanzo Martini, applauditissimo nell’ultima edizione di Tuttoin1giorno danza festival al Teatro delle Muse.

Mentre sabato 1 luglio verrà presentato al Teatro della Luna alle 21, Mashnuova creazione della giovane e talentuosa danzatrice italiana, Annamaria Ajmone insieme a Marcela Santander Corvalàn  e a seguire Claudia Catarzi Studio davanti a una testa (ore 22.30), dove la danza esplora quella distanza nella quale si realizza l’incontro tra scultore e scultura. Apre la serata alle ore 20 Nicola Galli alla Sala Sommier con Delle ultime visioni cutanee, in una sorta di trasposizione plastica del movimento corporeo

Conclude il Festival il ritorno a Polverigi di Oscar Gómez Mata, con il debutto italiano, nel Parco di Villa Nappi,  del misterioso e stravagante Il Cromlech (Psicodramma 4), costruzione di un’opera d’arte collettiva, un’installazione partecipata creata dagli spettatori, all’interno del parco di Villa Nappi, nell’ambito della nuova edizione del progetto PAC Paesaggio, Ambiente, Creatività.

Inteatro Festival 2017, diretto da Velia Papa, è curato da MARCHE TEATRO Teatro di Rilevante Interesse Culturale con il sostegno di Comune di Ancona, Comune di Polverigi, Regione Marche, Ministero per i Beni Le Attività Culturali e il Turismo.

Info 071 52525 biglietteria@teatrodellemuse.org vendita on line www.geticket.it

www.inteatro.it