CHI SIAMO

Marche Teatro è un consorzio che ha federato, più organismi teatrali della Regione Marche: la Fondazione “Le Città del Teatro” (già riconosciuta teatro stabile pubblico), l’Associazione Inteatro, e la cooperativa Teatro del Canguro, in precedenza riconosciuti, rispettivamente, Stabile di Innovazione e Stabile per l’infanzia. Il Ministero per i Beni e la Attività Culturali e il Turismo ha riconosciuto la peculiarità del progetto e lo ha sostenuto nel 2014 con il riconoscimento di Stabile Pubblico. Nel 2015 Marche Teatro ha chiesto e ottenuto il riconoscimento di Teatro Regionale d’Iniziativa Culturale. Direttore di Marche Teatro è Velia Papa.

Marche Teatro dispone attualmente dei seguenti spazi: Teatro delle Muse- anche sede principale dell’Ente – che dispone al suo interno, di 6 sale attrezzate per lo spettacolo: Sala Grande 1200 posti, Ridotto 180 posti, Teatrino sala Melpomene 50 posti, Sala Clio 30 posti, Salone delle feste 250 posti; le altre sale di Ancona sono: Teatro Sperimentale 450 posti, Teatrino del Piano 99 posti; Marche teatro dispone, inoltre, di Villa Nappi a Polverigi – sede secondaria dell’Ente – spazio tradizionalmente vocato alle residenze artistiche e alla formazione. A Polverigi Marche Teatro dispone dei seguenti spazi di spettacolo: Sala Sommier 50 posti, Teatro della Luna 100 posti, Teatro Cinema Italia 99 posti.

Il Consorzio Marche Teatro, costituito nel 2014, è stato fortemente voluto dal Comune di Ancona e dalla Regione Marche al fine di creare un forte  polo produttivo regionale.  Nel corso di un anno e mezzo di attività  gli effetti positivi sono stati: l’aumento delle iniziative proposte al pubblico tra nuove produzioni, spettacoli ospitati, attività di formazione, il potenziamento delle azioni educative, sociali, propedeutiche e dei  servizi agli utenti. Dal punto di vista artistico, Marche Teatro vuole mantenere e rafforzare il marcato interesse verso il contemporaneo, con una particolare attenzione verso nuovi autori, verso le esperienze più innovative e i giovani artisti, pur mantenendo vivo il confronto con la tradizione attoriale e testuale. Marche Teatro  si caratterizza inoltre per un forte lavora anche Altro obiettivo è l’allargamento e la formazione del pubblico. In questa direzione si tratta di radicare ancora di più il lavoro sul territorio facendo sì che nei cittadini si rafforzi l’idea della necessità del servizio teatrale, della sua profonda utilità sociale. Marche Teatro è innanzitutto una buona pratica, rappresenta una novità, una modalità virtuosa che cerca di dare nuova linfa e nuovi sbocchi alle maggiori realtà teatrali produttive delle Marche.

Nel 2016 Marche Teatro prevede la produzione o co-produzione di 22 titoli per più di 100 persone impiegate con un totale di quasi 9.000 giornate lavorative.

Tra gli artisti sostenuti: Carlo Cecchi, Arturo Cirillo, Marco Baliani, Compagnia Musella/Mazzarelli, Alessandro Sciarroni, Mattia Torre, Glen Çaçi, 7 8 chili e il progetto di Teatro Ragazzi del Teatro del Canguro.

Marche Teatro promuove sul territorio nazionale la sinergia anche con Compagnie straniere con un lavoro che si snoda tutto l’anno tra residenze creative e ospitalità e in estiva con INTEATRO Festival.

Rispetto all’attività di ospitalità Marche Teatro propone per la programmazione 2016/17 circa 40 TITOLI per circa 200 serate di spettacolo tra prosa, danza, teatro contemporaneo e teatro ragazzi nei teatri di Ancona che raccolgono il meglio dell’offerta del panorama nazionale tra testi classici, registi riconosciuti e grandi interpreti e alcuni dei gruppi più significativi della nuova scena dei quali alcuni prodotti da MARCHE TEATRO.

Già nel 2015 pubblico ha raggiunto le 50.000 presenze rispetto alle Stagioni con un incremento del 22% rispetto all’anno precedente.

Marche Teatro con le proprie produzioni (spettacoli prodotti) supera le 300 repliche considerando le date italiane e straniere di tournée.

In attesa di partire con la stagione 2016/17 vogliamo ricordare che il 2015 è stato un anno molto positivo per Marche Teatro che ha riscontrato dalla sua costituzione successi, sia dal punto di vista artistico con produzioni che si sono affermate nel panorama italiano, che gestionale con bilanci in equilibrio e sul territorio con un considerevole aumento delle attività proposte, che hanno dimostrato il successo della formula istituzionale consortile di Marche Teatro che ha potenziato e valorizzato le attività di produzione teatrale e le altre presenti sul territorio.

Inoltre va sottolineato che nel 2015 Marche Teatro è stato riconosciuto, con il nuovo decreto ministeriale, Teatro di Rilevante Interesse Culturale; un traguardo importante considerando che, su 68 teatri stabili, solo 19 hanno avuto accesso a questa categoria e che il direttore di Marche Teatro Velia Papa è stata nominata nel direttivo di Fondazione Platea, l’organo di rappresentanza dei Teatri Nazionali e dei Teatri di Rilevante Interesse Culturale a iniziativa pubblica.