THE LAST SUPPER

dal 14 al 31 ottobre / salone delle feste

scritto e diretto da Mole Wetherell

con Sara Allevi, Teodoro Bonci del Bene, Matteo Lanfranchi

traduzione Andrea Pagani

luci Mauro Marasà

produzione Marche Teatro Teatro Stabile Pubblico / Reckless Sleepers

orari recite: 14 e 15 ore 20:45  / dal 16 al 18 ore 23.00 /  19 ore 19:00 / dal 22 al 25 ore 20.45 / 26 ore 19.00 / dal 28 al 31 ore 20:45 (riposo 21, 22 e 27 ottobre)  // prenotazione obbligatoria

prezzi biglietti € 10 intero, € 8 MarcheTeatro card

biglietti on line

geticket

Avevo in mente una scena del film di Peter Greenway “Il cuoco, il ladro sua moglie e l’amante”, in cui l’amante è costretto a mangiare le pagine del suo libro preferito e ne muore. Ho pensato: mi piacerebbe mangiare le ultime parole dei personaggi famosi della Storia. (…) è nata così…dichiara in un’intervista il regista Mole Wetherell

L’ultima azione: assaporare il cibo preferito celebrando così la vita un’ultima volta o lasciare un cruciale messaggio ai posteri? Questo l’inquietante dilemma a cui risponde The Last Supper, intrigante performance scritta e diretta da Mole Wetherell ripensata e riallestita per il pubblico italiano. Uno spettacolo in cui gli spettatori sono invitati a cena mentre tre attori, nel ruolo di padroni di casa, narrano le storie e le ultime parole di personaggi famosi e non, criminali, vittime ed eroi del passato e del presente, da Beethoven a Che Guevara, da Maria Antonietta a Copernico, dai condannati nel braccio della morte alle vittime di Hiroshima. Un intelligente mix di umorismo, citazioni colte e intensità emotiva.

Come in tutte le migliori cene, i posti sono limitati e la prenotazione è altamente raccomandata.

The Last Supper di Mole Wheterell ha debuttato nella versione italiana nell’estate 2014 a INTEATRO Festival; la versione inglese nata nel 2004 è stata rappresentata molte volte in Inghilterra, Belgio, Svizzera, Francia, Australia, riscuotendo consensi unanimi.

Mole Wetherell è autore e regista della compagnia anglo-belga Sleepers Reckless, per la quale crea pièce originali, che fondono teatro, danza, musica, riferimenti all’arte contemporanea, pensate per contesti teatrali ma anche per gallerie d’arte, musei, spazi all’aperto. I progetti di Mole Wetherell mirano a divertire ma anche a sfidare il pubblico, considerato parte attiva dello spettacolo e, spesso, coinvolto in situazioni stranianti, scomode, che invitano alla riflessione.