IL CIRCO DELLE NUVOLE

domenica 19 febbraio, ore 17 – Teatro Sperimentale

GEK TESSARO

Si spegne la luce, la notte è arrivata
si può dare inizio alla matta sfilata.
E come immaginerete già,
il circo delle nuvole eccolo qua.

“Il signor Giuliano non è cattivo e nemmeno farabutto / ma per essere felice deve comperare tutto”.
Quando tutto è già suo, altro non gli rimane che comperarsi il cielo. E in cielo, sopra le nuvole, ci sta un circo, un circo molto speciale fatto di personaggi bizzarri e poetici, scherzi della natura e creature improbabili.
Adesso Giuliano è diventato il padrone del circo ed è anche l’unico ad assistere dello spettacolo che sta per cominciare sulla pista. Ma governa qualcosa che è fatto di nuvole, di niente, della materia dei sogni e alla fine si dovrà rassegnare: non tutto si può comperare.

E’ facile sollevare un treno coi vagoni
quindici uomini anche se sono ciccioni
un sacco di patate, una mucca intera
un camion, una moto e una grassa parrucchiera
Ma prova a sollevare chi solo si sente
E vedrai che non è una cosa facile per niente
Ci vuole una forza davvero straordinaria
perché chi è a terra si senta per aria.
Questo è l’uomo più forte, più forte che ho incontrato
ha sollevato me che ero stato abbandonato
Questo è l’uomo più forte, più forte dell’universo
ha sollevato me, ma che mi ero perso
“Il signor Giuliano non è cattivo e nemmeno farabutto / ma
per essere felice deve comperare tutto”.
Quando tutto è già suo, altro non gli rimane che comperarsi
il cielo. E in cielo, sopra le nuvole, ci sta un circo, un circo
molto speciale fatto di personaggi bizzarri e poetici, scherzi
della natura e creature improbabili.
Adesso Giuliano è diventato il padrone del circo ed è anche
l’unico ad assistere dello spettacolo che sta per cominciare
sulla pista. Ma governa qualcosa che è fatto di nuvole, di
niente, della materia dei sogni e alla fine si
dovrà rassegnare: non tutto si può comperare.
Si spegne la luce, la notte è arrivata
si può dare inizio alla matta sfilata.
E come immaginerete già,
il circo delle nuvole eccolo qua.

Gek Tessaro, Il circo delle nuvole,
Lapis, Roma, 2007

biglietti euro 5 posto unico (€ 4,50 MarcheTeatroCard)

vendita biglietti presso il Teatro Sperimentale da un’ora prima dell’inizio
prevendita biglietteria del Teatro delle Muse
dal martedì al sabato ore 9,30 -13,30 / giovedì e venerdì anche ore 16,30 – 19,30
via della Loggia, 60121 Ancona tel. 071 52525 | biglietteria@teatrodellemuse.org
prevendita on-line www.geticket.it

JACK E IL FAGIOLO MAGICO

domenica 12 marzo, ore 17 – Teatro Sperimentale

di Marcello Chiarenza
con Mariolina Coppola e Maurizio Casali
regia di Claudio Casadio
musiche di Carlo Cialdo Capelli

4-10 anni

Quanto valgono due fagioli? Questa è il problema. Il povero Jack conosce poche cose della vita: sa di essere piccolo, sa che la mamma gli vuol bene, che il suo papà non c’è più, che la mucca fa il latte e che la fame, il freddo e la povertà non fanno paura fin tanto che la mucca fa il latte. Un giorno però il giovane Jack si ritrova in pericolo e deve compiere una grande scelta: seguire i saggi ma modesti consigli della mamma o credere al proprio istinto, incontrare gravi pericoli, sperare nella buona sorte per uscire dai guai e trovare la felicità? L’antica fiaba popolare inglese di Jack e il fagiolo magico racconta di un’enorme e miracolosa pianta di fagioli, di un temibile gigante che si nutre di mucche grasse, di enormi montoni ma soprattutto di bambini!! E poi di arpe miracolose, di uova d’oro ma soprattutto del coraggio di un bambino e dell’astuzia con cui sa affrontare i pericoli e sconfiggere le avversità. Lo spettacolo è agito da due attori-narratori, che impersonano i ruoli del narratore, del protagonista e dei vari personaggi della vicenda ed è ambientato una vecchia soffitta in cui, di volta in volta, vengono ritrovati oggetti-chiave, elementi che richiamano alla memoria l’antica fiaba narrata. Affiancati dagli oggetti magici di Marcello Chiarenza (l’enorme scarpone del gigante, l’enorme paiolo della moglie dell’orco, gli strumenti per la mungitura…) gli attori, diretti da Claudio Casadio, coinvolgono i bambini – a cui spesso si rivolgono direttamente, sfondando la quarta parete – fino a farli entrare completamente nella vicenda di Jack, con le sue emozioni, le sue speranze, le sue scoperte ma soprattutto con i suoi tremendi spaventi!

biglietti euro 5 posto unico (€ 4,50 MarcheTeatroCard)

vendita biglietti presso il Teatro Sperimentale da un’ora prima dell’inizio
prevendita biglietteria del Teatro delle Muse
dal martedì al sabato ore 9,30 -13,30 / giovedì e venerdì anche ore 16,30 – 19,30
via della Loggia, 60121 Ancona tel. 071 52525

7 dic. 2016 | A Natale regala il Teatro

MARCHE TEATRO
propone fino ad aprile
grandi esclusive di danza e spettacoli di prosa da non perdere

MARCHE TEATRO, teatro di rilevante interesse culturale propone come regalo di Natale la scelta tra tanti titoli che vanno dalla danza alla prosa e dal teatro ragazzi ai grandi eventi fuori abbonamento previsti nella programmazione 16 17.

Le possibilità di regalare il Teatro sono molte, dalla carta regalo al carnet teatro e danza fino ai singoli biglietti. I pacchetti sono confezionati in busta rossa con logo argento accompagnati da cartoncino di Buon Natale.

Dall’inizio delle Stagioni 16 17, Marche Teatro ha registrato quest’anno un aumento di abbonati e di pubblico sia rispetto alla prosa che alla programmazione di danza; A Natale Regala il Teatro è un’ulteriore occasione per divertirsi pensando, per condividere una serata con amici, per partecipare ad un evento collettivo.

Per conoscere tutte le possibilità dell’iniziativa A Natale regala il Teatro il pubblico potrà recarsi alla biglietteria del Teatro delle Muse di Ancona da martedì a sabato dalle 9.30 alle 13.30 e giovedì e venerdì anche il pomeriggio dalle 16.30 alle 19.30 o telefonare allo 071 52525.

6 dic. 2016 | Hopera sabato 10 dicembre al Teatro Sperimentale di Ancona

LA COMPAGNIA E.SPERIMENTI GDO DANCE COMPANY
DANZA CON RAFFINATEZZA ED IRONIA
SULLE ARIE DI VERDI, LEONCAVALLO, ROSSINI, HANDEL, MOZART

Gli appuntamenti con la danza proseguono
con tre esclusive regionali
Lo Schiaccianoci di Amedeo Amodio con scene e costumi di Emanuele Luzzati (28 dicembre)
le acrobazie dei Kataklò in Eureka (12 febbraio)
la boxe danzata di Emio Greco in Rocco (2 aprile)

Secondo appuntamento per la Stagione di Danza 16 17 di Ancona curata da MARCHE TEATRO. Sabato 10 dicembre 2016 alle ore 20.45 al Teatro Sperimentale E.SPERIMENTI GDO DANCE COMPANY propone lo spettacolo HOPERA.

Una coreografia colorata e vivace sulle note di Verdi, Leoncavallo, Rossini, Handel, Mozart.

Le coreografie sono di Mattia de Virgiliis, Francesco Di Luzio, Federica Galimberti con: Filippo Braco, Mattia de Virgiliis, Francesco Di Luzio, Andrea Ferrarini, Federica Galimberti, Eleonora Lippi, Stefano Otoyo, Laura Ragni, Silvia Pinna, Daniele Toti, Martina Ragni, musiche di Verdi, Leoncavallo, Rossini, Handel, Mozart; la consulenza musicale è di Marco Schiavoni, i costumi di E.D.C., luci e scene Angelo Cioci. La produzione è GDO.

HOPERA, costruito con una levità coreografica mai banale, è un repentino susseguirsi di scene ed atmosfere.

Uno humor sottile accompagna la leggerezza romantica e sentimentale dell’opera trascinando lo spettatore in suggestioni impalpabili e paradossali, scaturendo sorriso e divertimento nella fruizione quasi inconsapevole di un patrimonio musicale di grande spessore, apparentemente desueto, ma in realtà attuale e fresco, se si sa leggere ed apprezzare.

Un viaggio onirico nelle arie e melodie celebri del Bel Canto italiano ed europeo, che nasce dall’idea di un approccio inconsapevole alla lirica da parte di un giovane di oggi. Incontri casuali attraverso le pareti di un immaginario vicino di casa. Il giovane raccoglie l’invito di queste melodie sconosciute e bellissime. Dalla sua mente scaturiscono immagini di fantasia, atmosfere ironiche che lo aiutano ad accogliere dentro di sé questa nuova esperienza. La nebbia del “non lo conosco e dunque non mi piace” gradualmente si dissipa ad ogni nuovo brano ascoltato, finché la musica si rivelerà in tutta la sua potenza e l’accoglimento del “nuovo” sarà compiuto.

Durante le feste natalizie, per gli appassionati del classico, l’appuntamento di grande qualità è mercoledì 28 dicembre 2016 alle ore 20.45 al Teatro delle Muse con LO SCHIACCIANOCI. Un appuntamento eccezionale, unica data nelle Marche, un meravigliosa produzione, con 40 elementi in scena, coreografie di Amedeo Amodio che vanta le scene e i costumi di Emanuele Luzzati e i primi ballerini del Teatro dell’Opera di Roma: Rebecca Bianchi e Alessio Rezza. Questa versione del balletto su musiche di Pёtr ll’ iĉ Cajkovskij è stato rappresentato da poco agli Arcimboldi di Milano.

Il coreografo Amedeo Amodio ha dichiarato – Ho voluto rimanere il più possibile fedele al racconto originale di Hoffmann: la realtà vista con gli occhi di una bambina, Clara, che conserva il senso della ‘realtà magica’, il fantastico presente nella realtà quotidiana dove i confini tra il mondo dell’immaginario e la realtà di tutti i giorni sono così attenuati che, a volte, non sappiamo quale sia più vero e più concreto -.

La Stagione di Danza prosegue nel 2017 con due appuntamenti tra danza e sport. Domenica 19 febbraio alle ore 17.30 al Teatro delle Muse in esclusiva regionale arrivano le acrobazie di KATAKLÒ ATHLETIC DANCE THEATRE in Eureka. Lo spettacolo di Giulia Staccioli è una produzione di Kataklò athletic dance theatre.

Eureka è uno spettacolo a quadri la cui la forte originalità sta nell’aprire la scena a 5 persone del pubblico desiderose di far parte in modo attivo e performativo alla riuscita dello show.

In scena ogni “sovraumano” danzatore-performer della compagnia dalle straordinarie capacità fisiche, è affiancato, in alcuni quadri, ad un suo alter ego “umano” preselezionato tra gli spettatori che ogni sera presenteranno la propria candidatura spontanea al teatro. Si forma così una sorte di diade sempre nuova, in cui entrambe le parti sono disposte a creare e mantenere seria e salda un’affinità artistica, fisica e mentale dando vita un rapporto esclusivo, unico e di fiducia reciproca fino alla fine dello spettacolo.

Chiude il cartellone domenica 2 aprile 2017 ore 17.30 al Teatro delle Muse in esclusiva regionale, EMIO GRECO | PIETER C. SHOLTEN con lo spettacolo Rocco.

Emio Greco direttore del Balletto Nazionale di Marsiglia presenta ad Ancona un’opera molto particolare ispirata al film di Luchino Visconti Rocco e i suoi fratelli.

Coreografia e direzione Emio Greco | Pieter C. Sholten, Musica Pieter C. Sholten, Costumi Clifford Portier, Luci Paul Beumer, Pieter C. Scholten, Produzione Ballet National de Marseille.

In Rocco i danzatori diventano pugili e i pugili diventano danzatori. In un ring gli avversari si sfidano sferrando colpi con un veloce gioco di gambe e tattiche virtuose. La tensione aumenta dopo diversi round di pesanti corpo a corpo fino al punto in cui l’altro si infuria e colpisce. In Rocco i danzatori rappresentano la fratellanza in tutti i sensi: il buono e il cattivo, il diavolo e l’angelo, sono Caino e Abele, Romolo e Remo. Nel combattimento ravvicinato i rapporti si incrinano e i danzatori mettono alla prova i loro limiti fisici e psicologici, come in un “dark ride” coreografico.

La Rassegna di Danza è sostenuta da: Comune di Ancona-Assessorato alla Cultura, Ministero per i Beni le Attività Culturali e il Turismo, Regione Marche, Camera di Commercio di Ancona // sponsor: Angelini spa e Prometeo estra.

I prezzi dei biglietti variano da €25 a €15. Info e prenotazioni biglietteria Teatro delle Muse 071 52525 biglietteria@teatrodellemuse.org

biglietti on-line www.geticket.it

Per scuole di danza, i gruppi, le scuole ci sono promozioni per informazioni 071 20784222 info@marcheteatro.it

A NATALE REGALA IL TEATRO

MARCHE TEATRO
propone una carta regalo, un carnet, un biglietto sotto l’albero

A Natale regala il Teatro, alla biglietteria del Teatro delle Muse è possibile acquistare carta regalo, carnet teatro e danza e biglietti da mettere sotto l’albero. Spettacoli da regalare, che verranno consegnati in busta rossa con logo argento. MARCHE TEATRO propone 32 titoli tra cui scegliere che vanno dalla prosa alla danza, dal teatro ragazzi ai grandi eventi fuori abbonamento previsti nelle Stagioni e nella programmazione 16 17.

Per conoscere tutte le possibilità il pubblico può recarsi in biglietteria al Teatro delle Muse di Ancona da martedì a sabato dalle 9.30 alle 13.30 e giovedì e venerdì anche il pomeriggio dalle 16.30 alle 19.30 o chiamare allo 071 52525.

LO SCHIACCIANOCI

STAGIONE DI DANZA 16 17
IN ESCLUSIVA REGIONALE
IL 28 DICEMBRE AL TEATRO DELLE MUSE
IL BALLETTO
DI CIAIKOVSKY/AMODIO/LUZZATI

CON 40 ARTISTI SUL PALCO

COME PRIMI BALLERINI:
ANBETA TOROMANI E VITO MAZZEO
DEL BALLETTO NAZIONALE OLANDESE

È Lo Schiaccianoci italiano più bello, uno dei più interessanti della storia della danza, senz’altro uno dei più incantevoli: sulle familiari note di Piotr Ilych Ciaikovsky e, con le variopinte scene e costumi di Emanuele Luzzati, Daniele Cipriani ripropone Lo Schiaccianoci di Amedeo Amodio.

Lo Schiaccianoci è l’appuntamento fuori abbonamento della Stagione di Danza 2016 17 di MARCHE TEATRO. Con cifre record di spettatori che hanno assistito alle recenti rappresentazioni in vari grandi teatri italiani, il 28 dicembre alle ore 20.45, Lo Schiaccianoci arriva al Teatro delle Muse di Ancona con i primi ballerini Anbeta Toromani e Vito Mazzeo (Balletto Nazionale Olandese). Con il corpo di ballo e i solisti della Daniele Cipriani Entertainment.

Si tratta di una produzione su grande scala, paragonabile per dimensioni e qualità solo a quelle dei più importanti teatri lirici: in scena ben 40 artisti (37 ballerini, 2 artisti del teatro d’ombre e un trampoliere); dietro le quinte una quindicina di persone, tra maîtres, staff tecnico, sarte ecc. Uno spiegamento di talenti che fa di questo Schiaccianoci è uno degli eventi principali della stagione.

Lo spettacolo coincide con il 10° anniversario della scomparsa di Emanuele Luzzati che ha fatto risplendere le scene italiane e del mondo con i colori della sua tavolozza e l’arcobaleno della sua fantasia, nonché con il 200° anniversario della pubblicazione della novella di E.T.A. Hoffmann da cui deriva la trama del balletto. Se la maggior parte degli “Schiaccianoci” – a partire dall’ originale del coreografo Marius Petipa (San Pietroburgo, 1892)  –  si rifanno all’adattamento e addolcimento del racconto da parte dello scrittore Alexandre Dumas, il balletto di Amodio ci restituisce le ombre e le tinte forti di Hoffmann, sottolineando il confine labile tra immaginazione e realtà.

PREZZI E INFO
“Lo Schiaccianoci”
platea Intero € 39 / platea ridotto € 36
prima galleria Intero € 32 / prima galleria ridotto € 28
seconda galleria Intero € 26 /seconda galleria ridotto € 21
Terza galleria e palchi di primo, secondo e terzo ordine € 18 (unico)
Il prezzo ridotto è risevato a chi ha acquistato il CARNET danza

Biglietteria Teatro delle Muse 071 52525 biglietteria@teatrodellemuse.org
biglietti on line www.geticket.it
Per gruppi telefonare 071 20784222

-> più informazioni

HOPERA

STAGIONE DI DANZA 2016-17

SABATO 10 DICEMBRE AL TEATRO SPERIMENTALE DI ANCONA
LA COMPAGNIA E.SPERIMENTI GDO DANCE COMPANY
DANZA CON RAFFINATEZZA ED IRONIA
SULLE ARIE DI VERDI, LEONCAVALLO, ROSSINI, HANDEL, MOZART

Secondo appuntamento per la Stagione di Danza 16 17 di Ancona curata da MARCHE TEATRO. Sabato 10 dicembre 2016 alle ore 20.45 al Teatro Sperimentale E.SPERIMENTI GDO DANCE COMPANY propone lo spettacolo HOPERA.

Una coreografia colorata e vivace sulle note di Verdi, Leoncavallo, Rossini, Handel, Mozart.

Le coreografie sono di Mattia de Virgiliis, Francesco Di Luzio, Federica Galimberti con: Filippo Braco, Mattia de Virgiliis, Francesco Di Luzio, Andrea Ferrarini, Federica Galimberti, Eleonora Lippi, Stefano Otoyo, Laura Ragni, Silvia Pinna, Daniele Toti, Martina Ragni, musiche di Verdi, Leoncavallo, Rossini, Handel, Mozart; la consulenza musicale è di Marco Schiavoni, i costumi di E.D.C., luci e scene Angelo Cioci. La produzione GDO.

HOPERA, costruito con una levità coreografica mai banale, è un repentino susseguirsi di scene ed atmosfere.

Uno humor sottile accompagna la leggerezza romantica e sentimentale dell’opera trascinando lo spettatore in suggestioni impalpabili e paradossali, scaturendo sorriso e divertimento nella fruizione quasi inconsapevole di un patrimonio musicale di grande spessore, apparentemente desueto, ma in realtà attuale e fresco, se si sa leggere ed apprezzare.

Un viaggio onirico nelle arie e melodie celebri del Bel Canto italiano ed europeo, che nasce dall’idea di un approccio inconsapevole alla lirica da parte di un giovane di oggi. Incontri casuali attraverso le pareti di un immaginario vicino di casa. Il giovane raccoglie l’invito di queste melodie sconosciute e bellissime. Dalla sua mente scaturiscono immagini di fantasia, atmosfere ironiche che lo aiutano ad accogliere dentro di sé questa nuova esperienza. La nebbia del “non lo conosco e dunque non mi piace” gradualmente si dissipa ad ogni nuovo brano ascoltato, finché la musica si rivelerà in tutta la sua potenza e l’accoglimento del “nuovo” sarà compiuto.